Medicina e Chirurgia

  • Classe di Laurea: LM-41 Medicina e Chirurgia
  • Tipo di corso: Ciclo unico/Magistrale
  • Area didattica: Medicina e Chirurgia
  • Scuola: Scuola di Medicina e Chirurgia
  • Dipartimento: Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia
  • Durata: 6 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof. Ferruccio GALLETTI
  • Sito Web: www.medicina.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area Didattica Medicina e Chirurgia
  • Sportello di Orientamento:
  • Rappresentanti degli Studenti:
    • Alessio Bocchetti
    • Felice Crocetto
    • Beniamino Giordano
    • Antonio Ferronetti
    • Costantino Mancusi
  • Obiettivi specifici:

    Ai fini del raggiungimento degli obiettivi didattici, il corso di laurea magistrale a ciclo unico prevede 360 CFU complessivi, articolati su sei anni di corso, di cui almeno 60 da acquisire in attività formative volte alla maturazione di specifiche capacità professionali (CFU Professionalizzanti), 8 CFU da acquisire in attività a scelta (ADE) da parte dello studente su un'offerta formativa da parte della struttura didattica e 18 CFU per l'elaborazione della tesi di laurea. Il corso è organizzato in 12 semestri e non più di 36 corsi integrati; a questi sono assegnati specifici CFU dal Consiglio della struttura didattica in osservanza di quanto previsto nella tabella delle attività formative indispensabili. Ad ogni CFU corrisponde un impegno-studente di 25 ore, di cui 12,5 ore di lezione frontale negli ambiti disciplinari di base, caratterizzanti e affini, o di didattica teorico-pratica (seminario, laboratorio, esercitazione), oppure 25 ore di studio assistito all'interno della struttura didattica. Ad ogni CFU professionalizzante (tirocini formativi e di orientamento, tirocini pratico-valutativi) corrispondono 25 ore di didattica frontale così come per la prova finale. Per le attività a scelta dello studente, ad ogni CFU corrispondono 16 ore. La missione specifica del corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia è di tipo biomedico-psicosociale e finalizzata al reale sviluppo della competenza professionale e dei valori della professionalità. Essa è fondata sull'importanza dell'integrazione del paradigma biomedico del curare la malattia con il paradigma psicosociale del prendersi cura dell'essere umano nel metaparadigma della complessità della cura. Tale missione specifica è pertanto volta a formare un medico, ad un livello professionale iniziale, che possieda: - una visione multidisciplinare, interprofessionale ed integrata dei problemi più comuni della salute e della malattia; - una educazione orientata alla prevenzione della malattia ed alla promozione della salute nell'ambito della comunità e del territorio; - una profonda conoscenza delle nuove esigenze di cura e di salute, incentrate non soltanto sulla malattia, ma, soprattutto, sull'essere umano ammalato, considerato nella sua globalità di soma e psiche, nella sua specificità di genere e di popolazione, inserito in uno specifico contesto sociale. Il metodo didattico adottato, utile al raggiungimento delle caratteristiche qualificanti attese, prevede l'integrazione orizzontale e verticale dei saperi, un metodo di insegnamento basato su una solida base culturale e metodologica conseguita nello studio delle discipline pre-cliniche e in seguito prevalentemente centrato sulla capacità di risolvere problemi e prendere decisioni, sul contatto precoce con il paziente, sull'acquisizione di una buona abilità sia clinica che nel rapporto umano con il paziente. Nel progetto didattico del Corso di Laurea Magistrale viene proposto il giusto equilibrio d'integrazione verticale e trasversale tra: a) Le scienze di base, che debbono essere ampie e prevedere la conoscenza della biologia evoluzionistica, della biologia molecolare e della genetica e della complessità biologica finalizzata alla conoscenza della struttura e funzione dell'organismo umano in condizioni normali, ai fini del mantenimento delle condizioni di salute ed alla corretta applicazione della ricerca scientifica traslazionale; b) La conoscenza dei processi morbosi e dei meccanismi che li provocano, anche al fine di impostare la prevenzione, la diagnosi e la terapia anche in una ottica di genere; c) La pratica medica clinica e metodologica, che deve essere particolarmente solida, attraverso un ampio utilizzo della didattica di tipo tutoriale, capace di trasformare la conoscenza teorica in vissuto personale in modo tale da costruire la propria scala di valori e interessi, e ad acquisire le competenze professionali utili a saper gestire la complessità della medicina; d) Le scienze umane, che debbono costituire un bagaglio utile a raggiungere la consapevolezza dell'essere medico e dei valori profondi della professionalità del medico; e) L'acquisizione della metodologia scientifica, medica, clinica e professionale rivolta ai problemi di salute del singolo e della comunità, con la doverosa attenzione alle differenze di popolazione e di sesso/genere. I risultati di apprendimento attesi sono definiti integrando i Descrittori europei (5 descrittori di Dublino) con quanto proposto dall'Institute for International Medical Education (IIME), Task Force for Assessment, e da The TUNING Project (Medicine) Learning Outcomes/Competences for Undergraduate Medical Education in Europe. Di seguito sono riportati gli obiettivi di apprendimento per i Corsi di Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e attribuiti alle diverse abilità metodologiche previste dal DM 16/03/2007, art. 3 comma 7 richieste per tale Laureato. Gli obiettivi sono inoltre coerenti con quanto indicato dal "Core curriculum per la Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia proposto dalla Conferenza Permanente dei Presidenti dei CdLM italiani (http://presidenti-medicina.it/).

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Studio Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia è a numero programmato a livello nazionale, pertanto l'immatricolazione è subordinata al superamento di un test di ammissione predisposto dal MIUR. Il corso di laurea prevede 360 CFU complessivi, articolati su sei anni di corso, di cui 60 CFU sono acquisiti nelle attività formative professionalizzanti volte alla maturazione di specifiche capacità professionali. Il corso è organizzato in 12 semestri e 36 corsi integrati, ai quali sono stati assegnati specifici CFU dal Consiglio della Struttura didattica in osservanza a quanto previsto nella tabella delle attività formative indispensabili. Con delibera del Consiglio di Facoltà n. 553 del 28 luglio 2011 è stato modificato il numero di CFU/SSD in modo da eliminare cifre decimali. Con modifica Ordinamentale approvata in Consiglio di Dipartimento il 26 settembre 2018 ed in Senato accademico il 27 dicembre 2018, è stato introdotto un Nuovo Ordinamento che tra le varie modifiche ha previsto l'introduzione dei tirocini pratico-valutativi ai sensi del D.M. 58 del 2018 per la laurea abilitante in Medicina e Chirurgia. Le verifiche di profitto, programmate nei periodi di interruzione delle attività didattiche frontali e superate positivamente, danno diritto all'acquisizione dei CFU corrispondenti. La didattica si tiene in presenza con frequenza obbligatoria sia alle lezioni teoriche sia alle esercitazioni in reparto/tirocini. Le caratteristiche qualificanti del medico che si intende formare sono: 1) Buona capacità al contatto umano (communication skills); 2) Capacità di autoapprendimento e di autovalutazione (continuing education); 3) Abilità ad analizzare e risolvere in piena autonomia i problemi connessi con la pratica medica insieme ad una buona pratica clinica basata sulle evidenze scientifiche (evidence based medicine); 4) Abitudine all'aggiornamento costante delle conoscenze e delle abilità (continuing professional development); 5) Buona pratica di lavoro interdisciplinare ed interprofessionale (interprofessional education); 6) Conoscenza approfondita dei fondamenti metodologici necessari per un corretto approccio alla ricerca scientifica in campo medico, insieme all'uso autonomo delle tecnologie informatiche. L'obiettivo finale del Corso di studi è, dunque, formare un Medico di livello professionale europeo con una cultura biomedica-psico-sociale, che possieda una visione multidisciplinare ed integrata dei problemi più comuni della salute e della malattia, con una educazione orientata alla comunità, al territorio, alla prevenzione della malattia ed alla promozione della salute. Tale missione specifica risponde in maniera più adeguata alle nuove esigenze di cura e salute, in quanto centrata non soltanto sulla malattia, ma soprattutto sull'uomo ammalato, considerato nella sua globalità di soma e psiche ed inserito nel contesto sociale avendo pertanto come obiettivo finale il saper curare e prendersi cura del paziente. Nel nostro Ateneo, lo studente è una componente fondamentale attiva del processo educativo, una risorsa su cui investire e da valorizzare. Il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia è armonicamente proposto per consentire una reale integrazione tra tutti gli insegnamenti di base e caratterizzanti presenti nei 6 anni di corso. Le scienze precliniche di base, collocate ai primi anni, prevedono le conoscenze delle scienze biologiche e della complessità biologica finalizzata alla conoscenza della struttura e funzione dell'organismo umano in condizioni normali, ai fini del mantenimento delle condizioni di salute. La pratica medica propriamente clinica e metodologica, presente negli anni successivi, è particolarmente solida, attraverso un ampio utilizzo della didattica tutoriale con un approccio per problemi, trasformando la conoscenza teorica in vissuto personale e capacità di risoluzione dei problemi stessi. Viene, inoltre, offerta allo Studente la possibilità di partecipare a programmi di internazionalizzazione di studio all'estero (Erasmus). Il periodo di studio e le attività svolte nella sede estera di destinazione verranno pienamente riconosciuti nel curriculum studiorum italiano.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. E' altresì richiesto il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale per quanto riguarda: la cultura generale e ragionamento logico, la biologia, la chimica, la fisica e la matematica, secondo quanto previsto dalle normative vigenti relative all'accesso ai corsi a numero programmato a livello nazionale. Informazioni dettagliate possono essere reperite sul sito: http://www.miur.it/. I pre-requisiti richiesti allo studente che si vuole immatricolare ad un corso di laurea in medicina dovrebbero comprendere: buona capacità al contatto umano, buona capacità al lavoro di gruppo, abilità ad analizzare e risolvere i problemi, abilità ad acquisire autonomamente nuove conoscenze ed informazioni riuscendo a valutarle criticamente (Maastricht, 1999). Oltre alle conoscenze scientifiche utili per l'andamento del primo anno di corso, vi dovrebbero quindi essere anche buone attitudini e valide componenti motivazionali, importanti per la formazione di un "buon medico" che sappia relazionarsi correttamente con le responsabilità sociali richieste dalle Istituzioni.

  • Orientamento in ingresso:

    Per l'Orientamento in ingresso sono programmati degli appositi incontri gestiti dalla Scuola di Medicina e Chirurgia, la quale organizza anche i corsi di preparazione ai test selettivi per l'accesso ai Corsi di Laurea a numero programmato, tra cui quello al CdS in Medicina e Chirurgia. Oltre a ciò, l'ufficio di gestione della didattica dipartimentale fornisce informazioni dettagliate sul corso di studio e sui servizi agli studenti attraverso un apposito servizio di ascolto. A livello di Ateneo l'Orientamento in ingresso è, invece, demandato al COINOR - Centro di Servizio di Ateneo per il Coordinamento di Progetti Speciali e l'Innovazione Organizzativa - a cui sono state di recente attribuite competenze per l'orientamento agli studi universitari, di tutorato e di orientamento alla professione ed alle opportunità di formazione presso l'Ateneo. A tale centro è stata, inoltre, affidata la realizzazione di una rete per lo scambio di informazioni tra i diversi soggetti che operano nell'ambito dell'orientamento e della formazione, quali: scuole, uffici scolastici regionali, regione e enti anche in ambito internazionale. http://www.coinor.unina.it/index.php

  • Prova finale:

    Oltre le norme ai sensi del Regolamento Didattico di Ateneo, le prove finali ed il conseguimento del titolo di studio sono regolamentate dall'Articolo 12 del Regolamento Didattico della Laurea in Medicina e Chirurgia, revisionato con parere positivo dalla CCD del CdS il 18 settembre 2018, ed ulteriormente approvato dal Consiglio di Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia generale e dal Consiglio della Scuola in Medicina e Chirurgia nelle sedute di settembre 2018. Lo Studente ha la disponibilità di almeno 18 crediti finalizzati alla preparazione della Tesi di Laurea Magistrale. Per essere ammesso a sostenere l'Esame di Laurea, lo Studente deve aver seguito tutti i Corsi ed avere superato i relativi esami, attività formative professionalizzanti (AFP), tirocini pratico-valutativi, nonché 8 CFU relativi alle attività formative a scelta dello studente (ADE). L'esame di Laurea verte sulla discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore; può essere prevista la figura di un docente correlatore. A determinare il voto di laurea contribuiscono una serie di parametri con modalità stabilite dal Consiglio della Struttura Didattica (vedi articolo 12 – Nuovo Regolamento didattico). Il voto di laurea è espresso in centodecimi. E' offerta allo studente l'opportunità di sottoporre preventivamente il progetto di tesi al Comitato Etico dell'Università Federico II per la sua valutazione. Un giudizio positivo potrà trovare adeguata considerazione nella valutazione complessiva della tesi in sede di esame finale di laurea.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca Centrale: via Pansini, 5 - Ed.20 (p. terra) sito web: http://biblioteca.medicina.unina.it
    • Centro di orientamento e accoglienza studenti: via Pansini, 5 (antisala Aula Magna) Tel. 081.7463753 e-mail: medechir@orientamento.unina.it
    • Laboratorio didattico: via Pansini, 5 (Ed.20) - Laboratorio linguistico: via Pansini, 5 (Ed.11)
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly