Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa (LM-DS)

  • Classe di Laurea: LM/DS - Scienze della difesa e della sicurezza
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Ingegneria
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Ingegneria Industriale
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: Prof. Antonio MOCCIA
  • Sito Web: www.dii.unina.it/
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Ingegneria
  • Obiettivi specifici:

    Gli obiettivi formativi specifici del corso di laurea magistrale in "Gestione dei sistemi aerospaziali per la difesa" sono quelli tecnico-scientifici ed economico-giuridici per la preparazione degli Ufficiali del ruolo normale in servizio permanente nell'Aeronautica Militare. I due ruoli pervisti sono "Naviganti" e delle "Armi". L'art. 719, primo comma del Codice dell'Ordinamento Militare, rubricato Formazione Universitaria degli Ufficiali, fissa i criteri generali per la definizione, da parte delle Università, degli ordinamenti didattici di corsi di diploma universitari adeguati alla formazione degli Ufficiali delle Forze Armate, ai sensi dell'art. 17, comma 95, legge 15 maggio 1997, n. 127. Con questo riferimento è stato costruito il percorso formativo, che ha come pilastri fondanti "Leadership, Management e Competenze Aerospaziali" ed è formalizzato dalla convenzione con l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". La struttura del corso di studio prevede un giusto equilibrio fra conoscenze in campo matematico-fisico, in campo economico, giuridico e sociale, e in campo ingegneristico (aerospazio, informazione, economico-gestionale), il tutto integrato ovviamente con la formazione tecnico-militare. Esistono caratterizzazioni specifiche per i due ruoli, in particolare per il ruolo "Naviganti" c'è il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare. Gli obiettivi formativi e i percorsi sono strutturati tenendo particolarmente conto del ruolo sempre più internazionale che gli Ufficiali dell'Aeronautica Militare dovranno assolvere in ambito Unione Europea, NATO, ONU. Infine, la struttura del corso di studio prevede che i laureati acquisiscano specifiche competenze professionali di tipo tecnico-operativo attraverso forme coordinate di tirocinio per complessivi 40 CFU presso enti e comandi dell'Aeronautica Militare.

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di laurea magistrale in "Gestione dei sistemi aerospaziali per la difesa" nasce dalla ultratrentennale proficua collaborazione intercorsa tra l'Accademia Aeronautica, ente di formazione superiore dell'Aeronautica Militare, e l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Il corso nasce in serie alla laurea triennale con lo stesso nome attivato nel 2016-17 e i due corsi sono l'adeguamento all'ordinamento 270 (secondo quanto previsto dal decreto interministeriale prot. 761 del 30-09-2015) della laurea e della laurea specialistica in Scienze Aeronautiche attivati presso lo stesso Ateneo. L'obiettivo della collaborazione è un percorso formativo per i futuri Ufficiali dei Ruoli Normali dell'Aeronautica Militare adeguato e aggiornato alle esigenze organizzative e alle finalità istituzionali della Forza Armata. Esso è stato formalizzato tramite opportuna convenzione e, appunto in accordo alla convenzione, ha come pilastri fondanti "Leadership, Management e Competenze aerospaziali". Obiettivi specifici del corso magistrale sono quelli di assicurare ai laureati una adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali volti a fornire una solida cultura ed adeguate conoscenze professionali negli ambiti disciplinari dell'ingegneria aerospaziale, economico-gestionale e dell'informazione, delle scienze storiche, geo-politiche, strategiche e sociologiche e delle discipline giuridiche. Il laureato magistrale deve poter operare con incarichi di comando, di pianificazione e di coordinamento nell'Aeronautica Militare, anche in contesti internazionali e in operazioni di supporto alla pace o di interventi di tutela delle popolazioni e del territorio in caso di calamità. Il corso di laurea magistrale forma professionisti militari dotati di una preparazione in grado di farli operare nella gestione e direzione di sistemi organizzativi funzionali in campo aerospaziale, in contesti nazionali e internazionali. In particolare, vanno ricordate la conduzione di aeromobili e l'utilizzo di sofisticati sistemi d'arma. Il corso di studio cura anche aspetti formativi caratterizzanti nel settore giuridico, sociale, informatico, organizzativo-gestionale e tecnico-logistico.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    L'accesso al corso è riservato a ufficiali dell'Aeronautica Militare. Al fine di consentire l'iscrizione al corso di laurea magistrale in Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa a ufficiali delle forze armate laureatisi in ordinamenti precedenti della stessa classe DS o in possesso di lauree in altra classe e interessati ad un allargamento della propria professionalità, sono definiti i seguenti requisiti curriculari minimi per l'accesso: occorre aver acquisito nella precedente carriera CFU nei settori scientifico disciplinari di seguito indicati nella misura minima corrispondentemente indicata: CFU minimi 49 SSD MAT/05, FIS/01, M-STO/02, M-STO/04, IUS/08, IUS/13, SECS-P/01, SECS-S/01, SPS/06, SPS/07 CFU minimi 45 SSD ING-INF/05, ING-IND/03, ING-IND/04, ING-IND/05, ING-IND/06, ING-IND/07, ING-IND/35, M-GRR/02, IUS/06, IUS/07, SPS/03, SPS/04, GEO/12, ICAR/06 Sono anche richieste competenze in ingresso sulla conoscenza della lingua inglese, almeno pari al secondo livello JFLT (Joint Forces Language Test, in accordo con una norma NATO standard STANAG 6001, corrispondente ad un livello intermedio fra B1 e B2 del Quadro di Riferimento Europeo per le Lingue) conseguito presso l'Accademia Aeronautica dai laureati triennali nell'omonimo corso. Le modalità di verifica della personale preparazione sono rinviate al regolamento didattico del corso di studio.

  • Orientamento in ingresso:

    Gli studenti che accedono alla laurea magistrale in Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa sono stati selezionati tre anni prima con concorso pubblico del Ministero della Difesa. Hanno conseguito il titolo di studio triennale in Scienze Aeronautiche ordinamento 509 fino alla coorte 2015/2016 e in Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa dalla coorte 2016/17. Secondo la normativa delle Forze Armate devono anche aver superato tutte le attività militari specifiche. Si allega il bando di concorso 2016 del Ministero della Difesa per ufficiali.

  • Prova finale:

    La laurea magistrale in Gestione dei sistemi aerospaziali per la difesa si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella valutazione di una relazione scritta, elaborata in modo originale dal frequentatore dell'Accademia Aeronautica sotto la guida di un relatore, che verte su attività formative svolte nell'ambito di uno o più insegnamenti ovvero di attività di tirocinio. Particolare attenzione viene posta allo sviluppo di capacità di impostazione, analisi critica e soluzione di problemi afferenti alle aree culturali del corso di studio, con dimostrazione da parte del laureando di aver acquisito elevato grado di autonomia, conoscenza e consapevolezza teorica e competenza pratica e operativa, capacità di sintesi e di comunicazione efficace.