Innovation and International Management

  • Classe di Laurea: LM-77 Scienze economico-aziendali
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Economia
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Obiettivi specifici:

    Nell'ambito delle scelte di fondo esplicitate in precedenza, si è ritenuto utile progettare la figura professionale in uscita dalla laurea magistrale in coerenza con le caratteristiche di un mercato del lavoro che richiede competenze proiettate verso la nuova frontiera dell'industria 4.0, e a vocazione internazionale. Per massimizzare l'utilità della formazione del laureato magistrale rispetto alle prospettive lavorative, si ritiene fondamentale una preparazione specialistica sulle tematiche connesse al management delle tecnologie digitali come driver dell'internazionalizzazione e dell'innovazione, le quali rappresentano elementi centrali di quest'ambito distintivo del corso di laurea, nei suoi vari aspetti specifici relativi alle aree maggiormente rappresentate nel Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni. Lo studente sarà messo in condizione di governare sistemi organizzativi complessi e operanti in vari contesti territoriali, di gestire con competenza le metodologie e gli strumenti di valutazione e misurazione delle attività a carattere innovativo, di sviluppare idee vincenti nel campo dell'innovazione e di promuovere, con spirito critico, l'avanzamento delle nuove conoscenze tecnologiche e digitali in ambienti competitivi. Oltre naturalmente quello di matrice più strettamente aziendale, saranno considerati gli aspetti formativi legati alla tutela giuridica dei prodotti innovativi, agli strumenti della finanza innovativa, ai modelli organizzativi a carattere innovativo, nonché gli strumenti di analisi quantitativa ed economica per l'innovazione. I contenuti del percorso formativo sono ideati secondo modalità interdisciplinari che tengano conto del fenomeno dell'innovazione in senso trasversale (rispetto, cioè, ai vari ambiti applicativi di specializzazione) e in forma settoriale (ossia, per aree business). L'approfondimento delle materie aziendali, come pure di quelle giuridiche e di quelle economico-quantitative si prefigge di infondere know how fondamentale per indirizzare processi di creazione e innovazione imprenditoriale, sia nella fase genetica o di start-up, sia in quella di realizzazione di prodotti/processi in organizzazioni già esistenti, con particolare attenzione allo scenario internazionale. Perciò, l'articolazione dell'offerta formativa distribuita sui due anni di corso, prevede i seguenti insegnamenti caratterizzanti: primo anno: - Principi contabili internazionali - Management strategico dell'innovazione - Diritto dell'innovazione - Statistical modelling for business - Politiche economiche per l'innovazione secondo anno: - Business Planning - Sustainability management - Creazione d'impresa e start-up management Gli insegnamenti affini e integrativi, invece, sono così distribuiti: primo anno: - Integrated Reporting - Economia dei gruppi - Digital marketing transformation - Service innovation - Organizational learning secondo anno: - Diritto internazionale e comunitario dell'economia - Valutazione delle start-up e delle imprese innovative - Enterprise Risk management - Creativity management - Blockchain management - Project based organization for innovation - Finance and business innovation Oltre a questo elenco saranno attivati degli insegnamenti specialistici e a carattere professionalizzante nel gruppo di quelli a scelta libera da parte dello studente. La prospettiva in termini di internazionalizzazione consentirà agli studenti di apprendere le dinamiche della globalizzazione dei mercati, dei comportamenti e dei modelli culturali di consumo, da un lato, e dall'altro gli strumenti e le metodologie operative per la gestione delle imprese orientate all'innovazione. Importante è la conoscenza e padronanza della lingua inglese, favorendo l'apertura internazionale anche attraverso scambi con Atenei di paesi membri dell'Unione Europea. Onde consolidare la conoscenza della lingua straniera, alcuni insegnamenti saranno tenuti in lingua inglese da visiting professors di università o School of Management straniere. L'attività didattica avrà la sua naturale evoluzione in un corso articolato annualmente in quattro bimestri e prevede la partecipazione degli studenti a lezioni, seminari, laboratori, team work, tirocini ed, eventualmente, ulteriori attività a carattere pratico svolte da docenti italiani e stranieri.

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di laurea magistrale in Innovation and International Management si propone di formare un profilo professionale in coerenza con le caratteristiche di un mercato del lavoro che richiede figure proiettate verso la nuova frontiera dell'industria 4.0 e a vocazione internazionale. Il percorso formativo è basato su una logica multidisciplinare che favorisce l'acquisizione di competenze e conoscenze avanzate nel settore manageriale connotato dalla evoluzione tecnologica e dalla digital transformation, tipiche delle realtà aziendali di piccole o di medio-grandi dimensioni fortemente orientate all'innovazione di prodotto e/o di processo, alla digitalizzazione, nonché all'accesso a nuove tecnologie abilitanti. La prospettiva in termini di internazionalizzazione consente agli studenti di apprendere le dinamiche della globalizzazione dei mercati, dei comportamenti e dei modelli culturali di consumo, da un lato, e dall'altro gli strumenti e le metodologie operative per la gestione delle imprese orientate all'innovazione. Il laureato è in grado di governare le sinergie tra le dinamiche innovative e i processi di cambiamento tecnologico in seno ad organizzazioni a rilievo locale, nazionale e internazionale. E', altresì, in possesso della capacità di esaminare e valorizzare gli strumenti di analisi a supporto delle decisioni d'impresa verso il raggiungimento di risultati competitivi e sostenibili, tenuto conto dei fattori di complessità legati ai processi innovativi e alle strategie del cambiamento digitale. Sbocchi professionali collegati al corso di laurea possono identificarsi in profili dalla forte connotazione tecnico-professionalizzante nelle aree con prevalente applicazione delle nuove tecnologie digitali, nonché in figure manageriali/dirigenziali riconducibili al c.d. manager dell'innovazione, caratterizzato cioè dal training specifico nell'innovazione e internazionalizzazione in contesti complessi. Altro profilo sarà quello di specialista nel governo, nella gestione e nel controllo di aziende (piccole e medio grandi) che operano in ambiti ad accentuata trasformazione tecnologica e basate sull'asset intangibile della conoscenza. Uno sbocco possibile è pure individuabile nella figura di valutatore capace di fornire consulenza indirizzata alle aziende a sviluppo tecnologico.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Il Corso di laurea Magistrale in Innovation and International Management richiede una preparazione focalizzata nelle aree disciplinari di matrice economico-aziendale, coniugata con alcune aree di matrice giuridica, economica e quantitativa, al fine di offrire una formazione completa propedeutica. Le conoscenze richieste corrispondono a quelle che si acquisiscono con: 1) il conseguimento della Laurea nella classe L-18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale; 2) il conseguimento della Laurea nella classe L-33 Scienze economiche avendo maturato almeno i seguenti crediti formativi nei settori qui riportati:: SECS-P/07: 10 cfu, SECS-P/08: 10 cfu, SECS-P/01: 20 cfu, SECS-S/01: 10 cfu; SECS-S/06: 15 cfu IUS/01, IUS/04, IUS/05, IUS/07, IUS/09, IUS/2: 25 cfu, di cui almeno 5 per ciascun settore IUS/01 e IUS/04 3) il conseguimento della laurea ai sensi del D.M 509/99 nella classe 17 Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale. 4) il conseguimento della laurea ai sensi del D.M 509/99 nella classe 28 Scienze dell'Economia avendo maturato almeno i seguenti crediti formativi nei settori qui riportati: SECS-P/07: 10 cfu, SECS-P/08: 10 cfu SECS-P/01 20 cfu, SECS-P/12: 5 cfu, SECS-S/01: 10 cfu, SECS-S/06: 10 cfu, IUS/01, IUS/04, IUS/05, IUS/07, IUS/09, IUS/10, IUS/12: 25 cfu, di cui almeno 5 IUS/01 5) Lingua inglese equiparabile al livello "B2" Il possesso dei requisiti curriculari e l'adeguatezza della personale preparazione ai fini dell'ammissione viene accertata mediante esame della carriera universitaria del laureato e/o colloquio, secondo modalità definite nel Regolamento didattico del corso di studio.

  • Orientamento in ingresso:

    Il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni (DEMI) intende affiancare gli studenti in tutte le fasi del percorso di selezione del corso di laurea magistrale in Innovation and International Management, promuovendo diverse iniziative mirate a favorirne la scelta consapevole, responsabile e motivata. In particolare, il DEMI offre un apposito servizio di orientamento in ingresso volto a supportare gli studenti in sede di selezione del corso di laurea magistrale. In tale prospettiva, anzitutto i docenti del Dipartimento sono impegnati attivamente nelle attività di sostegno, consulenza e affiancamento agli studenti per assicurare la più ampia conoscenza dell'offerta formativa in Innovation and International Management, delle modalità di iscrizione al corso nonché dei servizi e delle opportunità sottese al corso medesimo. Il Dipartimento ha istituito la sub-commissione Orientamento in Entrata a cui è affidato il compito di: • assicurare la costante presenza sul sito di Dipartimento di informazioni complete ed esaustive sui corsi di studio, nonché degli approfondimenti sulle modalità di iscrizione e sui servizi offerti dal DEMI; • promuovere il corso di laurea magistrale in Innovation and International Management all'esterno, attraverso la partecipazione a saloni specializzati (ad esempio, il Salone dello studente, l'Univexpo) e, in sede, mediante l'Open Day del Dipartimento. In riferimento a quest'ultimo aspetto, è importate osservare che il Dipartimento organizza tale evento con cadenza annuale, anche allo scopo di informare sulle opportunità internazionali dedicate agli studenti, ai dati di placement e ai top employers. Inoltre, l'orientamento in ingresso si realizza attraverso il Welcome Day dedicato ai nuovi immatricolati al corso di laurea magistrale in Innovation and International Management. L'iniziativa prevede il coinvolgimento del Coordinatore del corso di laurea, del Direttore del Dipartimento e di una rappresentanza del personale docente e amministrativo al fine di dare il benvenuto agli studenti introducendoli al nuovo ciclo di studi. Infine, ulteriori iniziative di orientamento in ingresso si sostanziano nell'erogazione di appositi servizi informativi (i.e. colloqui individuali, caselle webmail unina e area web dedicata) volti a trasferire agli studenti del corso di laurea magistrale in Innovation and International Management informazioni personalizzate sull'offerta formativa e sui servizi erogati.

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale in Innovation and International Management prevede la discussione di un elaborato finale a conclusione di un progetto di ricerca o di lavoro sotto la guida di un docente che svolge le funzioni di relatore. In particolare, la preparazione e la discussione finale del lavoro di tesi svolgono la funzione di rafforzare la capacità e l'autonomia di giudizio del laureato. La redazione della tesi costituisce, inoltre, un'utile opportunità per consolidare la padronanza di un metodo di analisi e di riflessione critica sui problemi e sulle dinamiche relative al funzionamento dei sistemi aziendali. La preparazione dell'elaborato finale prevede inoltre da parte del candidato un'adeguata capacità di studio e di approfondimento teorico, con particolare attenzione ai temi di frontiera nel dibattito scientifico. Inoltre, nel lavoro il candidato deve mostrare di disporre di basi metodologiche adeguate all'esame degli ambiti disciplinari di maggior rilievo e di possedere capacità di analisi e di elaborazione critica.