Scienze Gastronomiche Mediterranee

  • Classe di Laurea: L-GASTR
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Agraria
  • Scuola: Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
  • Dipartimento: Dipartimento di Agraria
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof. Matteo LORITO
  • Sito Web: /www.agraria.unina.it/didattica/corsi-di-laurea/lauree-triennali/scienze-gastronomiche-mediterranee
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Agraria
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: Via Università 100 - 80055 - Portici - Napoli
    • Telefono: 081 2539 145
    • e-mail: pdiloren@unina.it
    • Referente: sig. Patrizio DI LORENZO
  • Obiettivi specifici:

    Gli obiettivi formativi specifici del Corso sono quelli di preparare una figura professionale con un bagaglio di conoscenze che gli consenta di valutare se e quali produzioni primarie, artigianali, industriali e della ristorazione sono state realizzate a regola d'arte, il loro grado di affinità rispetto alle tradizioni gastronomiche dei Paesi dell'area del Mediterraneo, anche in relazione alle innovazioni di prodotto e di processo, il loro impatto sull'alimentazione e la salute umana. Per le sue competenze, il gastronomo laureato si configura come punto di riferimento relativamente alla valutazione e definizione, pianificazione, implementazione e gestione dei processi produttivi e delle strategie di imprese, di piccole e grandi dimensioni, impegnate nel settore dell'enogastronomia. Sarà in grado, inoltre, di organizzare eventi e iniziative legati all'enogastronomia e a svolgere attività di comunicazione e critica nel settore. Per il raggiungimento di questi obiettivi specifici tutti i laureati in Scienze gastronomiche mediterranee devono acquisire conoscenze e abilità di base e avanzate nelle seguenti aree di apprendimento: - Area della formazione di base: le discipline impartite in questa area e, cioè, Scienze chimiche e Scienze della Biodiversità, saranno svolte in relazione alle loro possibili applicazioni al settore dell'agroalimentare e saranno funzionali alle materie delle discipline caratterizzanti e di quelle affini e integrative. Inoltre, è previsto un congruo numero di CFU nell'ambito delle Scienze del territorio e della memoria al fine di acquisire conoscenze sulla storia della gastronomia nei paesi dell'area mediterranea. - Area della formazione caratterizzante: consente l'acquisizione delle conoscenze necessarie della biochimica e delle proprietà funzionali delle materie prime e degli alimenti, delle tecnologie per la trasformazione e della conservazione delle preparazioni alimentari, della conoscenza e della percezione del vino, della valutazione sensoriale di alimenti, della microbiologia dei prodotti alimentari, dell'ispezione degli alimenti, della legislazione alimentare, della sociologia della comunicazione, dell'organizzazione aziendale e della legislazione alimentare. Inoltre, i discenti dovranno frequentare, superando un esame finale, 4 laboratori di gastronomia che saranno tenuti presso Eccellenze Campane da esperti del settore per un totale di 20 CFU. - Area delle discipline affini e integrative: consente l'acquisizione di conoscenze relative alle strategie di marketing dei prodotti nel settore enogastronomico, all'igiene e sicurezza degli alimenti (con particolare riferimento al riconoscimento dello stato igienico degli alimenti e alle buone pratiche per la conservazione, lavorazione e consumo degli alimenti), alla tracciabilità e difesa delle derrate alimentari, ai principi di una sana e corretta alimentazione. Alla formazione del laureato in Scienze gastronomiche mediterranee concorrono inoltre: - le attività formative a libera scelta dello studente, verranno attivati ad hoc insegnamenti opzionali; - attività seminariali; - idoneità linguistica; - viaggi e visite d'istruzione; - tirocinio presso strutture degli operatori del settore; - le attività dedicate alla preparazione della prova finale per il conseguimento del titolo di studio.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche Mediterranee dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, inquadrato nella nuova classe di laurea L-GASTR prevede forme innovative e dinamiche di insegnamento che coinvolgono figure accademiche e professionisti del settore. L'apprendimento delle conoscenze, l'acquisizione delle capacità e il raggiungimento degli obiettivi avverrà attraverso lezioni teorico-pratiche e laboratori didattici (es.: cucina, panificio, pizzeria, caseificio, birrificio, centro di micro-vinificazione, aula ristorazione, aula degustazione), lezioni trasversali multidisciplinari, interazione diretta con chef, produttori ed esperti dal mondo enogastronomico, progetti, competizioni, tirocini pratici, partecipazione e organizzazione di eventi, visite tecniche, interazione con associazioni culturali ed enti di promozione del settore in ambito locale, nazionale e internazionale. Inoltre, durante l'intero percorso gli studenti saranno direttamente coinvolti anche in altre importanti attività di gruppo quali ad esempio: - Comunicazione via social media - Ristorante aperto al pubblico: durante il 3° anno verrà affidata alla classe, sotto la supervisione di tutors, la gestione del ristorante messo a disposizione da Eccellenze Campane (contenitore di piccole imprese operanti nei diversi comparti del settore enogastronomico). Quest'ultimo fungerà da partner privato dell'iniziativa formativa presentata, che metterà a disposizione una complessa struttura per i laboratori didattici e almeno 4 sale ristorazione, con diverse cucine attrezzate, un birrificio, un laboratorio di pasticceria, una panetteria e una pizzeria, un'area pub, un caseificio, un centro di micro-vinificazione, un'aula degustazione, ecc.. Il Corso di Laurea triennale ha, quindi, l'obiettivo di formare una figura professionale che sia un esperto di gastronomia con particolare riferimento alla cultura e alla tradizione gastronomica dei paesi che appartengono all'area del Mediterraneo ed in particolare all'Italia. Esso possiederà un bagaglio di conoscenze utili a valutare se e quali produzioni primarie, artigianali, industriali e della ristorazione sono state realizzate secondo il loro grado di affinità rispetto alle tradizioni gastronomiche dei Paesi dell'area del Mediterraneo, anche in relazione alle innovazioni di prodotto e di processo e, non ultimo, il loro impatto sull'alimentazione e la salute umana. Il corso di laurea si svolge in tre anni e il piano di studio prevede: 17 esami di profitto (149 CFU) esami a scelta dello studente (18 CFU) idoneità per lingua straniera (5 CFU) altre attività (4 CFU), la prova finale (4 CFU).

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Requisiti d'accesso Per l'ammissione al Corso di Laurea in Scienze gastronomiche mediterranee si richiede il possesso di un Diploma di Scuola Media Superiore o altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto equipollente o idoneo. Conoscenze richieste È richiesta un'adeguata preparazione iniziale comprendente una soddisfacente familiarità con le doti di logica, capacità di espressione orale e scritta e livello base di chimica, biologia e della lingua inglese. Il livello di preparazione atteso è quello corrispondente ai programmi ministeriali delle scuole superiori. Verifica delle conoscenze Il Corso di laurea prevede un numero programmato di studenti in relazione alle risorse disponibili. Il numero di studenti e le modalità della selezione saranno resi pubblici ogni anno sul sito di Ateneo e del Dipartimento con il relativo bando di concorso (www.unina.it; www.agraria.unina.it). Tutti gli studenti devono sostenere una prova di ammissione per la verifica delle conoscenze richieste per l'accesso al Corso di laurea. Agli studenti ammessi al corso con una votazione inferiore alla prefissata votazione minima, verranno assegnati uno o più obblighi formativi aggiuntivi (OFA) nelle materie della prova di ammissione per le quali è richiesta un'adeguata conoscenza di base. La verifica delle conoscenze richieste per l'accesso al Corso di laurea avverrà secondo le modalità determinate annualmente nel bando di ammissione. Obblighi formativi aggiuntivi L'esito negativo della prova di verifica delle conoscenze comporta l'attribuzione di uno o più obblighi formativi aggiuntivi (OFA) nelle materie della prova di ammissione per le quali è richiesta un'adeguata conoscenza di base. Tali OFA devono essere assolti durante il primo anno di corso sulla base di criteri definiti annualmente e specificati nel Regolamento Didattico del Corso di Studi.

  • Orientamento in ingresso:

    A livello di Dipartimento l'Ufficio Dipartimentale per la Didattica fornisce un servizio Orientamento in ingresso (Coordinamento Prof. D. Carputo, contatto Sig. P. Di Lorenzo) così articolato: 1. organizzazione di visite da parte delle scuole richiedenti finalizzate alla descrizione dell'offerta formativa dei vari CdS, visite guidata delle strutture dipartimentali, attività seminariali e di laboratorio a richiesta. (http://www.agraria.unina.it/orientamento/orientamento-in-ingresso). La presentazione dell'offerta formativa e la visita guidata delle strutture del dipartimento viene offerta anche a singoli studenti che ne fanno richiesta (circa 40). A partire da maggio 2017 fino a marzo 2018 sono state ospitate circa 40 scuole Superiori con numero di Partecipanti pari a 300 alunni. 2. Progetto Accoglienza: tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre è organizzata una giornata in cui il Direttore, il personale del Dipartimento e i rappresentanti delle associazioni studentesche accolgono i neo iscritti presentando l'organizzazione dei corsi e delle strutture dipartimentali; nella stessa giornata i neo iscritti effettuano la visita guidata alle strutture del dipartimento e ricevono materiale illustrativo sui corsi di studio di cui al punto successivo, sull'assistenza allo studio e sui corsi di lingua straniera. 3. Progettazione e pubblicazione di locandine informative sull'offerta formativa e sul programma della settimana dell'accoglienza, filmato lip-dup girato dagli studenti del Dipartimento, progettazione grafica e stampa di due miniguide, "Costruisci il tuo futuro " e "Agraria in tasca". Il corso di studio, oltre ad avere una pagina web nella quale sono reperibili le informazioni aggiornate relative alle modalità di accesso, ai calendari e ai piani didattici, fornisce attività di orientamento ai potenziali interessati attraverso l'Ufficio Dipartimentale per la didattica, il Coordinatore e i tutor del CdS. Inoltre, i progetti di Alternanza Scuola-Lavoro permettono agli studenti delle Scuole superiori, i quali vengono inseriti per un breve periodo di tempo in un contesto universitario, di autovalutare la propria preparazione e di prendere un primo contatto con la vita universitaria sia nella sua componente didattica che in quella di ricerca. In allegato le convenzioni stipulate dal Dipartimento per l'a.a. 2017-2018. L'attività di orientamento in ingresso per il 2016 ha visto la partecipazione ad iniziative organizzate dal SOF-Tel, Centro di Ateneo per l'Orientamento, la Formazione e la Teledidattica (informazioni specifiche sono consultabili presso il link https://www.unina.it/didattica/servizi/orientamento). Tra le iniziative svolte sono da segnalare: - Open Day 2017, evento organizzato nelle strutture del Complesso di Monte Sant'Angelo e che ha visto la partecipazione di oltre 1.200 studenti della scuola secondaria di secondo grado e di molti loro docenti. Nel corso della manifestazione sono stati illustrati il percorso formativo del Corso di Laurea e i possibili sbocchi occupazionali, e sono stati organizzati laboratori didattici interattivi su alcune discipline caratterizzanti il Corso stesso. - Adesione al progetto "La prima lezione di", proposto dal Centro di Orientamento SOFTEL e l'associazione studentesca AESEF (Associazione Europea Studente &Friends). - Salone Internazionale dei Giovani, 1 e 2 marzo 2017 presso la Stazione Marittima di Napoli. - UNIVExpo 2017, 12 e 13 ottobre 2017. - ORIENTASUD 2017, 7 – 9 Novembre presso la Mostra d'Oltremare di Napoli. - TUTTO PIZZA 22 – 24 MAGGIO 2017. Stand istituzionale con partecipazione a seminari da parte di Docenti del Dipartimento. In tutti gli eventi il Dipartimento ha partecipato con il proprio stand istituzionale e con interventi multimediali finalizzati a presentare l'offerta formativa. Di norma sono intervenuti docenti del Dipartimento, personale dell'Ufficio dipartimentale per la didattica e studenti part-time afferenti al Dipartimento.

  • Prova finale:

    La Laurea in Scienze gastronomiche mediterranee si consegue con il superamento di una prova finale, consistente nella discussione di un elaborato scritto, redatto dallo studente sotto la guida di un docente Relatore, davanti ad una commissione. L'elaborato dovrà riguardare un tema inerente una o più discipline del percorso di studio con l'intento di mettere a frutto l'esperienza maturata durante i tre anni del corso. Verranno valutate, oltre all'elaborato, anche le capacità espositive e di illustrazione dell'argomento trattato e la discussione critica dello stesso.

  • Servizi Aggiuntivi: