Lettere classiche - Codice corso N59

  • Classe di Laurea: L-10 Lettere
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Studi umanistici
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Libero
  • Coordinatore: Prof. Giancarlo ABBAMONTE
  • Sito Web: studiumanistici.dip.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Studi Umanistici
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: 80133 Napoli - Via Porta di Massa 1, scala A, Piano Terra
    • Telefono: 081-2535523
    • Referente: Commissione
  • Obiettivi specifici:

    Il Corso di Studio si propone di formare laureati in grado di: possedere una solida formazione di base, metodologica e storica, negli studi linguistici, filologici e letterari; possedere la conoscenza essenziale della cultura letteraria, linguistica, storica, geografica ed artistica dell'età antica, medievale e moderna, con conoscenza diretta di testi e documenti in originale; possedere la piena padronanza di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano; utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza; svolgere attività professionali autonome e di supporto in enti pubblici e privati, per le quali siano richieste spiccate competenze argomentative e discorsive, in forma scritta e orale. Ambiti privilegiati di occupazione sono l'editoria, la conservazione e la fruizione dei beni culturali, le fondazioni e gli istituti culturali e librari, gli uffici amministrativi relativamente all'organizzazione e gestione delle risorse umane, la pubblicità e la comunicazione mediatica, la produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale. La laurea in Lettere Classiche costituisce titolo di base per l'ammissione a ulteriori percorsi formativi (perfezionamenti, master di primo livello).Come altri studi in campo artistico, gli studi di lettere classiche possono essere seguiti – ed è bene che siano seguiti – anche senza proporsi di farne strumento per svolgere grazie a essi una professione o un lavoro retribuito. È giusto e va incoraggiata la scelta di chi decida di studiare la musica pur senza proporsi di divenire concertista, per la crescita spirituale che quell'arte comunque riesce a dare; allo stesso modo il gusto letterario e la capacità di leggere e gustare opere di letteratura danno gratificazioni anche a chi non li esercita in maniera professionale: la capacità di parlare con eloquio elegante, di intervenire con appropriatezza nelle discussioni su argomenti culturali, di presentarsi in maniera conveniente nelle diverse circostanze segnala positivamente una personalità, e la raccomanda come punto di riferimento per analoghi comportamenti. Sono le materie classiche a distinguere la laurea in lettere classiche da quella in lettere moderne come archeologia classica, civiltà bizantina, didattica del greco, didattica del latino, filologia classica, letteratura cristiana antica, lingua e letteratura greca, papirologia, paleografia, storia greca, storia della lingua greca, storia della lingua latina. Nell'ambito del percorso formativo vengono proposti agli studenti moduli di settore nel primo anno in comune con il CdS in lettere moderne come letteratura italiana, letteratura latina, linguistica italiana insieme con moduli caratterizzanti del settore classico come letteratura greca, storia greca; nel secondo anno moduli caratterizzanti del settore classico come Filologia classica, Letteratura greca 2, Storia della Filosofia Antica, insieme a altri in comune con lettere moderne come Letteratura Italiana 2 a scelta con Letteratura italiana Moderna e Contemporanea, Storia Romana; nel terzo anno moduli caratterizzanti del settore classico come Archeologia Classica, moduli di discipline affini, moduli di discipline a scelta e un elaborato scritto finale. In alcuni ambiti disciplinari (Lingua e Letteratura latina e greca, Filologia Classica, Storia Greca), sono previsti seminari di supporto per la lingua, la metrica e la traduzione per rendere più agevole l' impatto con la materia. A questo scopo sono stati anche predisposti quest'anno corsi di latino e di greco elementare (moduli di recupero senza CFU) per chi, senza disporre di una formazione classica, voglia accostarsi alle materie antichistiche. L'apprendimento viene realizzato mediante le più aggiornate teorie e tecniche di approccio ai testi ed alle testimonianze di ogni tipo (papiri, epigrafi, manoscritti, materiale iconografico ecc.) e con l'ausilio di tutti i possibili supporti informatici. Il Regolamento didattico del Corso definirà, nel rispetto dei limiti normativi, la quota dell'impegno orario complessivo a disposizione dello studente per lo studio personale o per altre attività formative di tipo individuale. Per il raggiungimento degli obiettivi sopra descritti gli studenti seguiranno il Piano degli Studi riportato nel regolamento didattico (vedi sito).

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso prevede lo studio delle discipline umanistiche relative alla cività greca e latina. Le attività caratterizzanti mirano all'acquisizione di competenze linguistiche, filologiche e storico-letterarie nel settore classico, anche mediante l'approccio a metodologie critico-testuali e lo studio delle fonti in lingua originale. Il corso sarà integrato da conoscenze essenziali di tipo storico-archeologico e artistico, geografico, e filosofico. È obbligatorio l'apprendimento di una lingua straniera e di conoscenze informatiche di base.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per essere ammessi al CdS occorre essere in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Le conoscenze richieste per l'accesso sono la capacità di intendere bene e di esporre in forma scritta ed orale un testo in italiano; la capacità di comprendere, sulla base della formazione scolastica, una lingua dell'U.E. oltre l'italiano; una sufficiente preparazione scolastica nelle discipline di base della cultura umanistica; una sufficiente conoscenza delle lingue greca e latina. Verrà effettuata la verifica della personale preparazione che è obbligatoria e saranno assegnati degli obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso in caso la verifica non sia positiva. Per la specificazione delle modalità di verifica e gli obblighi formativi aggiuntivi previsti in caso la verifica non sia positiva si rinvia al Regolamento didattico.

  • Orientamento in ingresso:

    All'interno dell'Ateneo è presente un Servizio di Orientamento in ingresso, in itinere, in uscita strutturato in uffici. Centro di Ateneo per l'Orientamento, la Formazione e la Teledidattica S.O.F.Tel • Sito Web: http://www.orientamento.unina.it Orientamento in ingresso: (rivolto a studenti delle Scuole Medie Superiore) e in itinere (per tutti gli studenti su richiesta) In particolare l'Ufficio Orientamento, Tutorato, Counseling per l'assistenza disabili è il seguente: Centro Servizi per l'Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti - S.IN.A.P.S.I http://www.sinapsi.unina.it/home Il Centro S.I.N.A.P.S.I. offre servizi di Tutorato, Counseling, servizi per il successo universitario, di tutorato specializzato rivolto agli studenti disabili e agli studenti con Disturbo Specifico dell'Apprendimento ( http://www.sinapsi.unina.it/home). In particolare quest'anno il CdS ha partecipato con alcuni docenti tutor e con il delegato del corso all'orientamento, prof. Stefania Palmentieri, al Salone dello Studente 2018, tenutosi i giorni 8/9 Marzo 2018 presso Mostra D'Oltremare. L'evento, organizzato da Campus Editori, è la principale manifestazione italiana di orientamento universitario e offre ai giovani strumenti e metodologie per facilitare la scelta post-diploma. Al Salone erano presenti aree dedicate rispettivamente a: – Università: con la presenza dei più importanti Atenei per chi vuole proseguire la formazione universitaria con un percorso di studi classico; – Accademie ed Istituti di Formazione Professionale: per coloro che sono orientati ad una formazione più tecnica, volta a velocizzare l'ingresso nel mondo del lavoro; – Istituzioni: per illustrare e promuovere le numerose attività promosse dalle Istituzioni nazionali e locali per i giovani. Inoltre vi erano guida alle Università, test attitudinali, simulazioni dei test d'ammissione alle facoltà a numero chiuso (6 prove al giorno), presentazione delle offerte formative dei vari atenei presenti, incontri face to face con gli psicologi dell'orientamento. L'ingresso era gratuito e rivolto a tutti gli studenti e in particolare agli studenti di quarto e quinto superiore. Hanno partecipato 28.000 studenti delle scuole superiori,154 scuole, 75 docenti universitari-orientatori, 36 sono stati gli incontri dedicati ai diversi percorsi di studio. Il tutto si è sviluppato in un'area di 5.000 metri quadri allestita con stand espositivi. Molto importante è anche il lavoro svolto dalla Commissione orientamento del DSU che dopo aver promosso vari incontri con numerose scuole della regione, costruiti attraverso una serie di contatti con i docenti referenti dell'orientamento delle scuole superiori, servendosi di materiali preparati dalla stessa ha informato gli studenti sui vari Corsi di Studio e sugli eventuali sbocchi professionali. Alla fine degli incontri gli studenti hanno dimostrato anche particolare interesse a proseguire nella conoscenza del Dipartimento in sede e la possibilità di assistere a qualche lezione. Dopo il successo della I edizione di Benvenuti al DSU, il 1 marzo 2018 la Commissione Orientamento del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Napoli Federico II presenta l'Offerta Formativa di ben quindici Corsi di Studi, triennali e magistrali: dalle lettere classiche alle moderne, dalla storia alla filosofia, dalla psicologia all'archeologia e storia dell'arte, dal management del patrimonio culturale alle lingue moderne europee, passando per le discipline della musica e dello spettacolo. Percorsi di grande interesse per gli studenti delle scuole secondarie di II grado e per i dottori triennali, che potranno partecipare all'evento prenotandosi all'indirizzo orientamento.dsu@unina.it e scegliendo fra due sessioni, 9:30 e/o 11:30. Due momenti decisi per consentire alle scuole più distanti una migliore organizzazione dei trasporti, per concedere la possibilità di ascoltare più presentazioni e meglio conoscere i docenti universitari afferenti ai Corsi di Studi di interesse. Il Dipartimento, diretto dal prof. Edoardo Massimilla, ha accolto nel Chiostro di San Pietro Martire le nuove generazioni nell'intento di venire incontro alla loro esigenza di acquisire tutte le informazioni necessarie per orientarsi consapevolmente nella giusta scelta del loro futuro percorso formativo. La manifestazione, approdata sui social, ha costituito l'appuntamento partenopeo di maggiore richiamo per quanti vorranno studiare e lavorare nel mondo delle discipline umanistiche.

  • Prova finale:

    Per il conseguimento della Laurea triennale lo studente deve sostenere una prova finale. Essa consiste nella discussione pubblica dinanzi ad un'apposita commissione, composta da sette membri scelti tra professori e ricercatori, di un elaborato scritto. Il tema è concordato, di norma, con almeno uno dei docenti del Corso; è relativ Alla prova finale sono attribuiti 6 CFU; ad essa sono legati 4 CFU per la conoscenza della lingua dell'U.E., oltre l'italiano. Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito il numero di crediti universitari previsti dal regolamento didattico, meno quelli previsti per la prova finale. La Commissione è presieduta dal Rettore o da un suo Delegato nelle forme previste dal nuovo regolamento didattico. La commissione giudicatrice esprime la votazione in centodecimi; il voto minimo per il superamento della prova è sessantasei centodecimi. Per l'assegnazione della lode, se il candidato consegue in sede di prova finale il massimo dei voti, è necessaria l'unanimità della commissione giudicatrice.