Architettura

  • Classe di Laurea: LM-4 c.u. Architettura e ingegneria edile-architettura (quinquennale)
  • Tipo di corso: Ciclo unico/Magistrale
  • Area didattica: Architettura
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Architettura
  • Durata: 5 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.ssa Antonella DI LUGGO
  • Sito Web: www.magisarch5ue.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Architettura
  • Sportello di Orientamento:
  • Rappresentanti degli Studenti:
    • Marco Finizio
    • Simona Lamberti
    • Sergio Migliaccio
    • Francesca Nocca
  • Obiettivi specifici:

    "La nostra meta più alta dovrebbe essere quella di produrre uomini capaci di concepire una totalità, anziché lasciarsi troppo presto assorbire nei canali angustissimi della specializzazione. Il nostro secolo ha prodotto il tipo dell'esperto in milioni di esemplari: facciamo posto ora agli uomini di ampia visione" (W.Gropius, 1937).

    La Laurea Magistrale in Architettura 5UE ha come obiettivo la formazione di una figura professionale generalista, conforme alla qualifica di architetto, così come prevista dalla direttiva CE 2005/36 relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.
    La struttura quinquennale, a ciclo unico, garantisce la rispondenza al comma 1 della sezione 8 relativa alla formazione dell'architetto. I contenuti degli insegnamenti consentono di mantenere un equilibrato rapporto tra gli aspetti teorici e pratici della formazione dell'architetto e di garantire l'acquisizione delle conoscenze e delle competenze previste negli 11 punti del documento europeo.
    Il nuovo corso di laurea magistrale nasce peraltro come ri-formulazione del corso di laurea specialistica (quinquennale) 5UE, del quale ha inteso conservare la struttura complessiva e l'equilibrio tra i diversi settori disciplinari; un equilibrio che da un lato riflette l'adesione alla prospettiva europea, e dall'altro caratterizza – attraverso i "pesi" assegnati a ciascun settore – una specifica interpretazione della formazione dell'architetto, che oggi, a quasi ottanta anni dalla nascita della Facoltà di Architettura a Napoli, rappresenta una importante e qualificata "tradizione" formativa.
    Le attività di base (MAT/03, MAT/05, ING-IND/11, ICAR/18, ICAR/17), articolate in corsi monodisciplinari o integrati, sono concentrate nel primo triennio, salvo alcuni specifici approfondimenti collegati al laboratorio di sintesi previsto a conclusione del percorso formativo. Le attività caratterizzanti (ICAR/14, ICAR/19, ICAR/08, ICAR/09, ICAR/20, ICAR/21, ICAR/12, ICAR/22, IUS/10) sono articolate in corsi monodisciplinari o integrati e in laboratori. Gli insegnamenti affini o integrativi sono legati ai settori ICAR/15 e ICAR/16 (una parte dei crediti è inoltre assegnata a settori presenti nelle attività di base e caratterizzanti). Completano il quadro formativo le attività finalizzate alla verifica della conoscenza della lingua straniera, all'acquisizione delle abilità informatiche e al tirocinio formativo e di orientamento, oltre naturalmente a quelle finalizzate alla prova finale.

  • Il corso di studio in breve:

    La nostra meta più alta dovrebbe essere quella di produrre uomini in grado di concepire una totalità, anziché lasciarsi troppo presto assorbire nei canali angustissimi della specializzazione. Il nostro secolo ha prodotto il tipo dell'esperto in milioni di esemplari: facciamo posto ora agli uomini di ampia visione" (Walter Gropius, 1937) Il CLM Arc5UE, Corso di Laurea Magistrale in Architettura a ciclo unico, classe LM-4 c.u. (Laurea Magistrale in Architettura e Ingegneria edile architettura), ha come obiettivo la formazione di una figura professionale generalista conforme alla qualifica di architetto, così come prevista nella direttiva europea 2005/36, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali. La Laurea Magistrale in Architettura (a ciclo unico) è riconosciuta dall'Unione Europea e si consegue al termine del Corso quinquennale di studi che prevede 30 esami e l'acquisizione di 300 Crediti Formativi Universitari (CFU) ripartiti secondo un'ampia interdisciplinarietà. L'accesso al CLM Arc5UE è a numero chiuso, programmato a livello nazionale, ed avviene tramite test di ingresso. Trattandosi di disciplina complessa, che è insieme scienza, arte e mestiere, gli insegnamenti previsti riguardano lo studio di teorie, di esempi e di tecniche e sono strutturati in maniera da consentire un equilibrato rapporto tra gli aspetti teorici e pratici dell'architettura: a conclusione del percorso formativo gli studenti del CLM Arc5UE devono possedere conoscenze e capacità operative e di sintesi connesse al progetto di architettura, coerentemente con le competenze previste negli 11 punti della citata direttiva. I laureati possono accedere all'esame di Stato per l'iscrizione all'Albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori sezione A architetto SENIOR e/o a quello degli Ingegneri Edili e Ambientali. Inoltre possono esercitare nei paesi dell'Unione Europea la professione di architetti, urbanisti e specialisti del recupero e della conservazione.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    L'accesso al Corso di Laurea Magistrale in Architettura è programmato a livello nazionale ed avviene tramite test selettivo unico e di contenuto identico su territorio nazionale. Gli ambiti disciplinari nei quali è richiesta una competenza specifica (il cui livello è comunque legato a quello previsto dai programmi ministeriali per il conseguimento del diploma di scuola secondaria) sono: logica, cultura generale, comprensione di testi, storia dell'arte, matematica e fisica, disegno. E' inoltre necessaria una buona capacità di espressione (scritta e orale) in lingua italiana e la conoscenza di base di almeno una lingua straniera.

  • Orientamento in ingresso:

    L'attività di orientamento del Corso di Studio - articolata secondo tre azioni principali: orientamento in ingresso, orientamento in itinere ed accompagnamento al lavoro (placement) - è condotta in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base. L'attività di orientamento in ingresso si rivolge agli studenti provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado non solo del bacino di riferimento primario del Corso di Studio. Essa punta a fornire informazioni sul quadro dell'offerta formativa delle diverse aree attraverso la presentazione dei profili culturali e degli sbocchi professionali associati ai diversi corsi di Studio, l'organizzazione didattica, i requisiti culturali ed attitudinali (contenuti del test di ingresso, modalità di estinzione degli eventuali obblighi formativi aggiuntivi, OFA). L'attività di orientamento si sviluppa attraverso tre modalità complementari: a) incontri con la platea studentesca attraverso la partecipazione ad iniziative di orientamento coordinate a livello di Scuola o di Ateneo; b) incontri con classi o gruppi selezionati sia presso le strutture della Scuola che presso gli Istituti scolastici, a seguito di interazioni puntuali con le dirigenze scolastiche; c) divulgazione e disseminazione delle informazioni attraverso specifiche sezioni del portale web della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base (www.scuolapsb.unina.it). Le attività di orientamento in ingresso sono state strutturate attraverso una organizzazione basata su: • costituzione di un "panel" di docenti orientatori designati dai Dipartimenti afferenti alla Scuola che hanno operato in stretta cooperazione tra di loro e con la Scuola per la predisposizione di materiale informativo e per l'organizzazione complessiva delle iniziative di orientamento; • definizione di un calendario strutturato di seminari informativi dell'offerta didattica, articolata per gruppi disciplinari (Architettura, Ingegneria, Scienze MFN), sulla base di intese stabilite in forma coordinata con istituti scolastici superiori della Regione Campania; • organizzazione di una manifestazione "Porte Aperte" della durata di una settimana nel mese di febbraio 2018, finalizzata alla presentazione dell'offerta formativa ed alla accoglienza di studenti delle scuole superiori per visite guidate e seminari interattivi nei laboratori dipartimentali; • partecipazione a manifestazioni di divulgazione scientifica (Futuro Remoto, cicli seminariali) con la finalità di promuovere la conoscenza e stimolare l'interesse nei settori di pertinenza della Scuola e dei suoi Dipartimenti. Le attività di orientamento sono state associate ad opportune azioni di "feedback" per il monitoraggio dell'efficacia delle azioni intraprese e l'individuazione di azioni correttive. Il Corso di Studio ha, inoltre, contribuito in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base allo sviluppo della iniziativa "Federico II nella Scuola", promossa congiuntamente dall'Ateneo e dalla Direzione Scolastica della Regione Campania con la finalità di rafforzare e rendere sistematiche le interazioni tra i Corsi di Studio dell'Ateneo e gli Istituti Scolastici Superiori. In questo ambito sono state promosse alcune giornate di studio sui temi dell'orientamento agli studi universitari con la partecipazione di Dirigenti Scolastici e Referenti all'Orientamento di numerosi Istituti Scolastici Superiori della Regione. Inoltre, sono stati attivati gruppi di coordinamento bilaterali Università-Scuola per intraprendere azioni rivolte ad un più efficace orientamento ed avviamento agli studi universitari. L'orientamento in ingresso per Arc5UE viene inoltre calibrato specificamente all'avvicinarsi della data del test d'ingresso per dare massima diffusione alle notizie relative alla prova di ingresso e mettere i candidati nelle condizioni più favorevoli per il suo superamento. Il 20 e 21 febbraio 2018 si è tenuto l'Open Day dei CdS del DiARC, nuovamente organizzato in due giorni, per consentire al numero sempre più alto di interessati di partecipare; quest'anno la partecipazione è stata di oltre 1.000 studenti, provenienti da diverse scuole, non solo di Napoli; altre iniziative di orientamento sono state condotte anche fuori regione, in Calabria e, in particolare a Belvedere Marittimo, a riprova del consolidamento della rete delle scuole collegate al DiARC. Per quel che riguarda invece la parte dell'orientamento legata alla preparazione dei test di ingresso, oltre a prove di simulazione dei test di ingresso organizzate dal DiARC il 7 luglio 2017, è stato organizzato dal Softel un vero e proprio Corso di preparazione al test di ingresso ai Corsi di Studio a numero programmato in Architettura, tenuto nelle aule di Piazzale Tecchio (A-B) dal lunedì al venerdì nelle ultime due settimane di luglio e nell'ultima settimana di agosto. Sito corso di studio: http://www.diarc.5ue.unina.it/

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento del titolo di dottore magistrale in Architettura prevede, oltre che la presentazione dell'esperienza del laboratorio di sintesi finale svolto nel corso del quinto anno - finalizzata alla verifica dell'acquisizione di una conoscenza sintetica della disciplina architettonica -, l'elaborazione di una tesi di laurea, sviluppata dallo studente in una delle discipline previste dall'ordinamento - finalizzata alla verifica delle capacità di approfondimento di specifiche questioni disciplinari.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca Centrale Facoltà di Architettura: via Monteoliveto, 3 "Palazzo Gravina" Napoli
    • Biblioteche di Dipartimento