Scienze dell'architettura

  • Classe di Laurea: L-17 Scienze dell'architettura
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Architettura
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Architettura
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof. Antonio ACIERNO
  • Sito Web: www.scienzearch.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Architettura
  • Sportello di Orientamento:
  • Obiettivi specifici:

    Gli obiettivi formativi qualificanti sono quelli di cui alla classe L-17. Per quanto riguarda gli obiettivi formativi specifici il corso di laurea triennale in Scienze dell'architettura si pone l'obiettivo di preparare un laureato in grado di comprendere e saper fare quanto occorre per collaborare alla produzione architettonica, sia come libero professionista sia come responsabile in enti pubblici o privati. Il tutto nell'ambito delle attività e delle prestazioni consentite all'architetto junior dalla legislazione vigente. Il laureato dovrà perciò avere dimestichezza con le tecniche dell'architettura e della sua costruzione con particolare riguardo alle conoscenze di tipo tecnico applicativo e alla capacità di comprensione nei diversi settori che contribuiscono alla formazione dell'architetto: • la progettazione architettonica e urbana • la storia dell'architettura, dell'edilizia, delle teorie dell'architettura e delle belle arti • gli strumenti e le forme del rilievo e della rappresentazione dell'architettura • gli aspetti metodologico-operativi della matematica e dell'informatica • la tecnologia dell'architettura • l'urbanistica, la pianificazione urbanistica e le regolamentazioni e procedure necessarie per realizzare progetti di edifici • il restauro architettonico • le discipline strutturali afferenti ai settori della scienza e della tecnica delle costruzioni • le discipline fisico tecniche e impiantistiche • le discipline estimative • l'architettura del paesaggio • l'architettura degli interni • il disegno industriale In particolare i settori del paesaggio, del disegno industriale e degli interni costituiscono una delle peculiarità del corso di laurea in rapporto al numero di crediti loro destinato. Il percorso formativo si articola in sei semestri e prevede corsi di insegnamento monodisciplinari, corsi integrati e laboratori didattici pluridisciplinari. Le attività a scelta dello studente, il laboratorio di sintesi finale e la tesi di laurea (prova finale) completano il quadro delle attività didattiche. Il progetto di architettura è al centro del percorso formativo ed è praticato soprattutto nei predetti laboratori: tre di progettazione architettonica, uno di costruzioni e il laboratorio di sintesi finale che nel secondo semestre del 3° anno è propedeutico alla prova finale. Altri corsi monodisciplinari e integrati praticano il tema del progetto completando la vasta gamma delle conoscenze connesse all'attività progettuale. Particolare attenzione è attribuita alla progettazione di manufatti di piccole dimensioni, in sintonia con le competenze professionali autonomamente esercitabili da parte del laureato triennale. L'insieme di queste conoscenze, articolato intorno alla centralità del progetto, consente al laureato in Scienze dell'Architettura: • di utilizzare le tecniche e gli strumenti aggiornati e finalizzati alla progettazione dei manufatti architettonici • di svolgere attività professionali in diversi ambiti collaborando alle attività di programmazione, progettazione e attuazione degli interventi di organizzazione e trasformazione dell'ambiente costruito alle varie scale. L'insieme delle conoscenze e delle abilità precedentemente elencate consente al laureato triennale in Scienze dell'architettura l'accesso ai corsi di laurea magistrale miranti alla formazione dell'architetto e dell'ingegnere edile-architetto, ai sensi delle direttive 85/384/CEE e 2005/36/CE.

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso è finalizzato a preparare in tre anni un laureato in grado di comprendere e saper fare quanto occorre per collaborare alla produzione architettonica, sia come libero professionista sia come responsabile di attività in enti pubblici o privati. La laurea in Scienze dell'Architettura forma dei professionisti che abbiano dimestichezza con le tecniche dell'architettura e della sua costruzione, con conoscenze di base nelle discipline dell'architettura, della progettazione architettonica, del disegno e del rilievo, della storia, della costruzione, dell'architettura degli interni, dell'architettura del paesaggio, del disegno industriale, dell'urbanistica, del restauro, della tecnologia e cultura generale in tutti i campi dell'architettura. In tal senso il laureato in Scienze dell'Architettura è un laureato "generalista" con una solida formazione di base e un'adeguata preparazione nel campo della progettazione. La laurea in Scienze dell'Architettura si consegue al termine del Corso triennale di studi che prevede 20 esami e l'acquisizione di 180 crediti formativi ripartiti secondo un'ampia interdisciplinarietà. L'accesso al Corso di Studio in Scienze dell'Architettura è a numero chiuso, programmato a livello nazionale, ed avviene tramite test di ingresso. Il piano di studi del Corso di Studio è conforme alle disposizioni del D.M. 270/2004, e pertanto i laureati triennali in Scienze dell'Architettura sono in possesso del requisito indispensabile per l'accesso ai corsi di laurea magistrale in classe LM-4 miranti alla formazione dell'architetto e dell'ingegnere edile-architetto, ai sensi delle direttiva 85/384/CEE. Inoltre i laureati triennali in Scienze dell'Architettura possono iscrivere a corsi di laurea magistrale in altre classi secondo i relativi regolamenti. Previo il superamento dell'Esame di Stato i laureati triennali in Scienze dell'Architettura potranno iscriversi all'Albo professionale degli Architetti, sezione B (architetto junior) e svolgere la libera professione. L'architetto junior può svolgere compiti autonomi e di supporto ed esercitare le funzioni di: progettista con i limiti di legge (nei settori "tradizionali" della progettazione architettonica, arredamento, urbanistica, architettura del paesaggio e restauro); collaboratore alla redazione di progetti esecutivi presso studi professionali e enti pubblici; direttore tecnico presso imprese pubbliche e private nel settore edilizio e ambientale; assistente alla direzione dei lavori nell'ambito di cantiere; tecnico laureato esecutivo negli uffici tecnici di enti pubblici, nell'ambito della manutenzione edilizia urbana, territoriale e dei beni architettonici.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    L'accesso al Corso di laurea in Scienze dell'Architettura è consentito agli studenti in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore ed è programmato a livello nazionale. I test somministrati agli studenti definiscono gli ambiti disciplinari nei quali è richiesta una competenza specifica (il cui livello è comunque legato a quello previsto dai programmi ministeriali per il conseguimento del diploma di scuola secondaria): logica, cultura generale, comprensione di testi, storia, matematica e fisica, disegno. E' inoltre necessaria una buona capacità di espressione (scritta e orale) in lingua italiana. Le caratteristiche degli studi in architettura (un ampio spettro disciplinare che contempla discipline anche molto eterogenee tra loro) favoriscono in qualche modo gli studenti con una preparazione improntata alla multidisciplinarietà.

  • Orientamento in ingresso:

    L'attività di orientamento del Corso di Studio - articolata secondo tre azioni principali: orientamento in ingresso, orientamento in itinere ed accompagnamento al lavoro (placement) - è condotta in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio del DiARC e con gli altri Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base. L'attività di orientamento in ingresso si rivolge agli studenti provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado del bacino di riferimento primario dal Corso di Studio. Essa punta a fornire informazioni sul quadro dell'offerta formativa delle diverse aree culturali attraverso la presentazione dei profili culturali e degli sbocchi professionali associati ai diversi Corsi di Studio, l'organizzazione didattica, i requisiti culturali ed attitudinali (contenuti del test di ingresso, competenze e conoscenze di base ecc.). L'attività di orientamento si sviluppa attraverso tre modalità complementari: a) incontri con la platea studentesca attraverso la partecipazione ad iniziative di orientamento coordinate a livello della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base o di Ateneo; b) incontri con classi o gruppi selezionati sia presso le sedi universitarie che presso gli Istituti scolastici, a seguito di interazioni puntuali con le dirigenze scolastiche; c) divulgazione e disseminazione delle informazioni attraverso specifiche sezioni del portale web della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base (www.scuolapsb.unina.it) nonché, specificamente per i Corsi di Studio del Dipartimento di Architettura del portale del DiARC (www.diarc.unina.it). Le attività di orientamento in ingresso sono strutturate attraverso una organizzazione razionale ed efficiente basata su: - costituzione di un "panel" di docenti orientatori designati dai Dipartimenti afferenti alla Scuola che hanno operato in stretta cooperazione tra di loro e con la Scuola per la predisposizione di materiale informativo e per l'organizzazione complessiva delle iniziative di orientamento; - definizione di un calendario strutturato di seminari informativi dell'offerta didattica, articolata per gruppi disciplinari (Architettura, Ingegneria, Scienze MFN), sulla base di intese stabilite in forma coordinata con istituti scolastici superiori della Regione Campania; - organizzazione di una manifestazione "Porte Aperte" finalizzata alla presentazione dell'offerta formativa ed alla accoglienza a studenti delle scuole superiori per visite guidate e seminari interattivi nei laboratori dipartimentali; - partecipazione a manifestazioni di divulgazione scientifica (Futuro Remoto, cicli seminariali) con la finalità di promuovere la conoscenza e stimolare l'interesse nei settori di pertinenza della Scuola e dei suoi Dipartimenti. Le attività di orientamento sono state associate ad opportune azioni di "feedback" per il monitoraggio dell'efficacia delle azioni intraprese e l'individuazione di azioni correttive. Il Corso di Studio ha inoltre contribuito in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base allo sviluppo della iniziativa "Federico II nella Scuola" promossa congiuntamente dall'Ateneo e dalla Direzione Scolastica della Regione Campania. La finalità del progetto è quella di rafforzare e rendere sistematiche le azioni congiunte di orientamento informativo e formativo tra i Corsi di studio dell'Ateneo e gli Istituti Scolastici Superiori attraverso il lavoro di gruppi paritetici di docenti universitari e di insegnanti si scuola superiore articolati in ambiti disciplinari. I risultati ottenuti nell'ambito del progetto sono diffusi in giornate di studio e in documenti di lavoro sui temi dell'orientamento agli studi universitari con la partecipazione di Dirigenti Scolastici e Referenti all'Orientamento di numerosi Istituti Scolastici Superiori della Regione. L'orientamento in ingresso per il Corso di Studio Triennale in Scienze dell'Architettura viene inoltre calibrato specificamente all'avvicinarsi della data del test d'ingresso per dare massima diffusione alle notizie relative alla prova e mettere i candidati nelle condizioni più favorevoli per il suo superamento. In particolare sono in programmazione incontri per la simulazione del test di ingresso dei quali viene data notizia sul sito del CdS (www.scienzearch.unina.it) e tramite mailing list agli studenti registratisi in occasione della manifestazione "Porte Aperte". Il CdS, con gli altri Corsi di Studio del Dipartimento, ha partecipato a UNIVexpò (11 e 12 ottobre 2018) e alle giornate "Porte Aperte 2019" del Dipartimento di Architettura (11 e 12 febbraio 2019). Infine il CdS organizza una giornata di Accoglienza Matricole a inizio anno accademico per i nuovi iscritti, prima dell'inizio corsi del primo semestre (Accoglienza matricole a.a. 2017-18 realizzata il 12 ottobre 2018).

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento del titolo di dottore in Scienze dell'Architettura consiste nello sviluppo e nella discussione di una tesi, condotta sotto la guida di un relatore, docente del corso di laurea, in una delle discipline previste dall'ordinamento finalizzata alla verifica delle capacità di approfondimento di specifiche questioni disciplinari. Nella elaborazione della tesi, lo studente mostra la capacità di applicare a una tematica specifica le conoscenze e le competenze di carattere generale e particolare, teoriche e pratiche, acquisite nel corso di studi.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca Centrale Facoltà di Architettura: via Monteoliveto, 3 "Palazzo Gravina" Napoli
    • Biblioteche di Dipartimento