Management del patrimonio culturale

  • Classe di Laurea: LM-76 Scienze economiche per l'ambiente e la cultura
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Studi umanistici
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: Prof. Francesco BIFULCO (Decorrenza 16/09/2019 – 16/09/2022)
  • Sito Web: studiumanistici.dip.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Studi Umanistici
  • Sportello di Orientamento:
  • Obiettivi specifici:

    Il corso di laurea magistrale in Management del Patrimonio Culturale ha l'obiettivo di realizzare unpercorso formativo innovativo, legando l'approfondimento delle conoscenze umanistiche a quelle manageriali, attraverso un approccio fortemente interdisciplinare. Per tale via si propone di dare evidenza alla comprensione della complessità del contesto culturale ed ambientale che gode di attenzione e di attese crescenti da parte dei fruitori e di molti operatori, vista l'attuale maggiore presenza di iniziative di valorizzazione e promozione, e la previsione di un più significativo ruolo degli investimenti pubblici e privati. La figura professionale da formare deve essere in grado di organizzare e gestire beni ed eventi culturali ed ambientali. In tale ottica, i laureati possono trovare collocazione come responsabili di iniziative e/o eventi in diverse realtà pubbliche e private che operano in differenti ambiti (archeologico, artistico, conservativo, librario, musicale, multimediale, ecologico, turistico, ecc.). Il percorso formativo integra la conoscenza approfondita dei principali temi culturali ed ambientali (storico-artistici, museali, performing arts, territoriali/paesaggistiche), con l'acquisizione di conoscenze specifiche connesse di tipo economico, gestionale ed organizzativo, giuridico. La struttura metodologica del percorso formativo intreccia modelli e tecniche, offrendo competenze scientifiche e professionalità d'alto profilo in grado di trasmettere agli studenti conoscenze unitamente a periodi formativi sul campo (tirocini), attivati attraverso convenzioni con partner esterni.

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di studio magistrale in Management del Patrimonio Culturale ha l'obiettivo di realizzare un percorso formativo innovativo, che leghi l'approfondimento delle conoscenze umanistiche a quelle manageriali, attraverso un approccio fortemente interdisciplinare. In tale ottica integra la conoscenza approfondita dei principali temi culturali ed ambientali (storico-artistici, museali, territoriali/paesaggistiche, performing arts), con l'acquisizione di conoscenze specifiche connesse di tipo economico, gestionale, organizzativo, giuridico. Inoltre, gli studenti sono tenuti a saper comprendere ed utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano. La struttura metodologica del percorso formativo intreccia modelli e tecniche, offrendo competenze scientifiche e professionalità d'alto profilo in grado di trasmettere agli studenti conoscenze e capacità unitamente a periodi formativi sul campo (tirocini), attivati attraverso convenzioni con partner esterni.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per potersi iscrivere al Corso di Studio Magistrale in Management del Patrimonio Culturale è necessario: 1. essere in possesso di una laurea di primo livello, laurea a ciclo unico di una qualsiasi classe di laurea o laurea di ordinamento previgente quadriennale-quinquennale, conseguita presso un Ateneo italiano. Sono ammessi inoltre coloro che hanno conseguito un titolo accademico all'estero ritenuto equipollente a una laurea di primo livello di qualsiasi classe di laurea. 2. avere conseguito i seguenti requisiti curriculari minimi: 24 CFU nelle seguenti discipline di base di tipo umanistico - settori scientifico-disciplinari: L-ANT/01, L-ANT/02, L-ANT/03, L-FIL-LET/01, L-FIL-LET/02, L-FIL-LET/03, L-FIL-LET/04, L-FIL-LET/05, L-FIL-LET/06, L-FIL-LET/07, L-FIL-LET/08, L-FIL-LET/09, L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11, L-FIL-LET/12, L-FIL-LET/13, L-FIL-LET/14, L-LIN/01, L-LIN/04, L-LIN/07, L-LIN/12, L-LIN/14, L-OR/01, L-OR/02, L-OR/3, L-OR/04, L-OR/10, L-OR/14, L-OR/17, L-OR/23, M-DEA/01, M-FIL/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/05, M-FIL/06, M-GGR/01, M-GGR/02; M-STO/01, M-STO/02, M-STO/03, M-STO/04, M-STO/05, M-STO/06, M-STO/07 30 CFU nelle seguenti discipline caratterizzanti che riguardano i beni culturali e ambientali - settori scientifico-disciplinari: AGR/12, BIO/03, BIO/07, BIO/08, CHIM/01, CHIM/12, FIS/07, GEO/01, GEO/04, GEO/09, ICAR/12, ICAR/13, ICAR/15, ICAR/16, ICAR/17, ICAR/18, ICAR/19, ICAR/21, IUS/01, IUS/09, IUS/10, IUS/11, IUS/13, IUS/14, L-ANT/01, L-ANT/04, L-ANT/05, L-ANT/06, L-ANT/07, L-ANT/08, L-ANT/09, L-ANT/10, L-ART/01, L-ART/02, L-ART/03, L-ART/04, L-ART/05, L-ART/06, L-ART/07, L-ART/08, L-FIL-LET/01, L-FIL-LET/05, L-FIL-LET/13, L-LIN/01, L-OR/05, L-OR/06, L-OR/11, L-OR/16, L-OR/20, M-DEA/01, M-FIL/04, M-GGR/01, M-GGR/02, M-STO/08, M-STO/09, SPS/08, SPS/10. 12 CFU nelle discipline dell'ambito Economico, Aziendale e Statistico - settori scientifico disciplinari: SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/10, SECS-P/11, SECS-P/12, SECS-S/01, SECS-S/02, SECS-S/03, SECS-S/06. Eventuali integrazioni in termini di CFU, necessarie per soddisfare i requisiti curricolari richiesti, devono essere acquisite prima dell'iscrizione al Corso di studio magistrale. 3. possedere una conoscenza della lingua inglese di livello B1 secondo il quadro di riferimento del Consiglio d'Europa.

  • Orientamento in ingresso:

    II Corso di studio Magistrale ha previsto per l'attività di orientamento in ingresso un servizio di counseling erogato dai docenti delegati (prof. Stefano Consiglio e prof.ssa Francesca Marone) e dal Coordinatore (prof. Francesco Bifulco). In particolare i delegati all'orientamento in ingresso incontrano i potenziali studenti illustrando le caratteristiche del corso di studi magistrale e le modalità di accesso per gli studenti provenienti da altri corsi di studio e altri Atenei. Il servizio è erogato presso lo studio del docente delegato, ma è possibile per gli studenti di altri Atenei accedere al servizio anche attraverso incontri via Skype concordati i suddetti referenti mezzo mail. Inoltre, il servizio di orientamento in ingresso prevede un incontro annuale a cui partecipa il corpo docente, che si svolge di norma nel mese di settembre, finalizzato a presentare ai potenziali studenti l'offerta formativa e gli sbocchi occupazionali. Un ulteriore azione di orientamento in ingresso è svolta a livello di Dipartimento di Studi Umanistici attraverso l'iniziativa "Benvenuti al DSU" la cui prima edizione si è tenuta il 30 maggio 2017, mentre la seconda edizione si è svolta il 1 marzo 2018. Infine, gli studenti possono raccogliere ulteriori informazioni presso: - il Servizio di Orientamento (in ingresso) del Dipartimento di Studi Umanistici; - la Struttura di Ateneo per l'Orientamento; - il Centro Servizi per l'Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti - S.IN.A.P.S.I che fornisce servizi di sostegno, tutorato a disabili e dislessici e counseling.

  • Prova finale:

    La laurea magistrale in Management del Patrimonio Culturale e Ambientale si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella discussione di un lavoro originale (dissertazione scritta o progetto), elaborato sotto la guida di uno o più relatori su un argomento relativo alle tematiche svolte nell'àmbito del Corso di studi Magistrale. Nella prova finale il laureando deve dimostrare di: - aver elaborato la propria tesi con originalità, approccio critico, aggiornamento bibliografico ed empirico, ed eventuale capacità progettuale; - saper comunicare in maniera chiara ed efficace i risultati della propria ricerca, evidenziando capacità di analisi e di sintesi.