Dietistica (abilitante alla professione sanitaria di Dietista)

  • Classe di Laurea: SNT/3 professioni sanitarie tecniche
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Medicina e Chirurgia
  • Scuola: Scuola di Medicina e Chirurgia
  • Dipartimento: Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof. Olga VACCARO
  • Sito Web: m89.corsidistudio.unina.it/
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area Didattica Medicina e Chirurgia
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede:  EDIFICIO 1- Piano terra, Via Pansini 5 - 80131 - Napoli
    • Telefono:081746.20.21
    • e-mail: amriviec@unina.it
    • Referente: Dott.ssa Anna Maria RIVIECCIO
  • Obiettivi specifici:

    I laureati in dietistica organizzano e coordinano le attivita' specifiche relative alla nutrizione in generale e alla dietetica in particolare; collaborano con gli organi preposti alla tutela dell'aspetto igienico sanitario del servizio di alimentazione; elaborano, formulano ed attuano le diete prescritte dal medico e ne controllano l'accettabilita' da parte del paziente; valutano lo stato nutrizionale di individui sani e malati ed eseguono indagini sulle abitudini alimentari di singoli individui e di gruppi di popolazioni; collaborano con altre figure al trattamento multidisciplinare dei disturbi del comportamento alimentare; studiano ed elaborano la composizione di razioni alimentari atte a soddisfare i bisogni nutrizionali di gruppi di popolazione e pianificano l'organizzazione dei servizi di alimentazione di comunita' di sani e di malati; svolgono attivita' didattico-educativa e di informazione finalizzate alla diffusione di principi di alimentazione corretta, tale da consentire il recupero e il mantenimento di un buono stato di salute del singolo, di collettivita' e di gruppi di popolazione; svolgono la loro attivita' professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale. Il corso di studio è finalizzato al raggiungimento delle competenze professionali sopra indicate attraverso una formazione teorica e pratica che includa anche l'acquisizione di competenze comportamentali e che venga conseguita nel contesto lavorativo specifico del profilo professionale, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro. Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l'attività formativa pratica e di tirocinio clinico, svolta con la supervisione e la guida di tutori professionali appositamente assegnati, coordinata da un docente appartenente al più elevato livello formativo previsto per ciascun profilo professionale e corrispondente alle norme definite a livello europeo. Il corso di studio si propone altresì di fornire una adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici che si sviluppano in età evolutiva, adulta e geriatrica. Devono inoltre saper utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. PERCORSO FORMATIVO 1° ANNO Finalizzato a fornire le fondamentali conoscenze biomediche, i principi generali dell'economia e della bioetica e i principi della disciplina professionale quali requisiti per affrontare la prima esperienza di tirocinio, diretta all'acquisizione delle competenze di base e all'orientamento dello studente agli ambiti professionali di riferimento. 2° ANNO Rivolto all'approfondimento delle conoscenze di malattie del metabolismo e dell'apparato digerente. Saranno altresì approfondite le tecnologie alimentari, la merceologia e la nutrizione delle collettività, con i suoi importanti risvolti di igiene e sicurezza alimentare. Sono previste più esperienze di tirocinio nei contesti in cui lo studente può sperimentare le conoscenze, le metodologie e le tecniche apprese. 3° ANNO Indirizzato all'approfondimento specialistico con particolare riferimento all'alimentazione in condizioni fisiologiche di gravidanza, dell'età evolutiva e dell'anziano. Saranno inoltre approfondite le conoscenze delle patologie associate, delle malattie cardiovascolari e renali, nonché le psicopatologie alimentari e la problematica della nutrizione artificiale. Saranno infine approfondite le conoscenze e metodologie inerenti l'esercizio professionale, la capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi, nonché le metodologie di ricerca scientifica anche a supporto dell' elaborato finale. Al 3°anno si aumenta la rilevanza assegnata alle esperienze di tirocinio dove lo studente può sperimentare una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisone di esperti. Questa logica curriculare si concretizza anche nella scelta dei crediti assegnati alle esperienze di tirocinio che aumentano gradualmente dal 1°al 3° anno.

  • Il corso di studio in breve:

    E' istituito il Corso di Laurea in Dietistica appartenente alla Classe delle Lauree in Professioni Sanitarie Tecniche (SNT/3), Area Tecnico-Assistenziale. Sono sede di formazione le strutture delle Aziende di riferimento e le strutture accreditate ai sensi Art. 6 della Legge 502/1992. Il laureato nella classe di Laurea in Dietistica è, ai sensi della legge 10 agosto 2000 n. 251, articolo 3, comma 1, l'operatore della professione sanitaria di dietista che svolge, con autonomia professionale, tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell'alimentazione e della nutrizione ivi compresi gli aspetti educativi e preventivi, nonché le collaborazioni all'attuazione delle politiche alimentari, nel rispetto della normativa vigente, espletando le funzioni individuate dalle norme istitutive del profilo professionale (Decreto del Ministero della Sanità n. 744/94) e dallo specifico codice deontologico, utilizzando metodologie di pianificazione per gli obiettivi dell'assistenza dietetico-nutrizionale. Gli obiettivi formativi generali del corso di laurea per Dietista sono: - l'acquisizione di una adeguata preparazione nelle discipline di base e cliniche, tale da consentire la migliore comprensione degli elementi più rilevanti che sono alla base dei processi patologici che si sviluppano nell'età evolutiva, adulta e geriatrica sui quali si focalizza l'intervento nutrizionale; - la conoscenza dei fondamenti della scienza dell'alimentazione, della nutrizione e della dietetica; - la capacità di collaborare con le diverse figure professionali nelle attività sanitarie di gruppo; - la conoscenza delle dimensioni psicologiche, sociali ed ambientali correlate alla dietetica e nutrizione per la comunità e per l'individuo; - la capacità di applicare, nelle decisioni professionali, anche i principi dell'economia sanitaria; - la conoscenza di almeno una lingua dell'unione europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza, e per lo scambio di informazioni generali. Il corso di studio è articolato in due semestri per ciascun anno (sei in totale). In ogni semestre ci sono sia lezioni teoriche che attività di tirocinio. Nell'ultimo semestre il tirocinio è svolto nella struttura dove lo studente decide di effettuare la tesi. Il primo anno è svolto in comune con gli altri CdS (tecnici ortopedici, tecnici di perfusione cardiocircolatoria, igienisti dentali) della classe L/SNT3. Tutte le informazioni riguardanti calendario delle lezioni, corsi, tirocinio, esami, programmi etc., sono disponibili nella guida dello studente sul sito del CdS.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Possono essere ammessi al Corso di Laurea in Dietistica i candidati che siano in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. I prerequisiti richiesti allo studente che si vuole iscrivere al corso dovrebbero comprendere buona capacità al contatto umano, buona capacità al lavoro di gruppo, abilità ad analizzare e risolvere i problemi. L'accesso al Corso di Laurea è a numero programmato in base alla legge 264/99 e prevede un esame di ammissione che consiste in una prova con test a scelta multipla. La preparazione iniziale dello studente è valutata tramite la somministrazione di un quiz di ingresso, comune a tutti i CdL triennali di area sanitaria dell'Università, consistente in domande con risposta a scelta multipla su argomenti di logica e cultura generale, chimica, biologia, fisica-matematica.

  • Orientamento in ingresso:

    Obiettivo dell'orientamento in entrata è ridurre la distanza tra scuola ed università attraverso strumenti che consentano la conoscenza del percorso formativo e lo scambio tra studenti e docenti delle scuole superiori e universitari; in modo da rendere gli studenti maggiormente consapevoli delle loro scelte e di incidere sulla riduzione della dispersione universitaria. La Scuola di Medicina mette a disposizione materiali on line per conoscere il mondo universitario, i corsi di laurea e i possibili sbocchi occupazionali; organizza specifiche iniziative per stimolare gli studenti a costruire un loro progetto personale, per familiarizzare con l'ambiente universitario, per prepararsi ai test d'ingresso (http://www.orientamentomedicina.it/); propone, inoltre, un breve percorso guidato on line, utile per guidare la scelta del Corso di Laurea. Ogni anno sono organizzati eventi informativi come il Salone dello Studente Campano (iniziativa promossa dal quindicinale di informazione universitaria ATENEAPOLI con la partecipazione degli Atenei: Seconda Università, Parthenope, L'Orientale, Suor Orsola Benincasa ed il patrocinio dell'Ufficio Scolastico Regionale, il quotidiano Il Mattino e l'Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli), durante il quale docenti e tutor delle Scuole dell'Ateneo forniscono informazioni su tutti i corsi di laurea e sull'accesso all'Università. Per favorire una scelta più consapevole del percorso di studi da scegliere, il Coordinatore ed il Direttore del CdS in Dietistica, nell'anno 2012/2013 hanno partecipato ad una ripresa televisiva con Rai Educational in cui si è spiegata la finalità del CdS, l'organizzazione ed i possibili sbocchi occupazionali. Il link di tale intervista (http://www.raiscuola.rai.it/articoli-programma-puntate/prendi-la-strada-giusta-dietistica/20482/default.aspx) viene inviato ogni anno, insieme ad una lettera di presentazione, a tutti gli istituti di scuola superiore della Regione Campania. In aggiunta negli ultimi A.A. su richiesta di alcuni Istituti di Istruzione Superiore sono state organizzate delle giornate di orientamento per gli studenti degli ultimi anni. Negli 'AA.AA. 2017/2018 e 2018/2019 il Dipartimento in cui è incardinato il CdS ha attivato una convenzione con l'Istituto Istruzione Superiore "Vittorio Emanuele II" di Napoli per un Progetto di Alternanza Scuola/Lavoro.

  • Prova finale:

    Per accedere alla prova finale lo studente deve avere acquisito il numero di crediti universitari previsti dal regolamento didattico, meno quelli previsti per la prova finale. La prova finale del Corso di laurea in Dietistica, alla quale sono stati attribuiti 5 CFU, ha valore di esame di stato abilitante all'esercizio della professione (Dlgs 502/92, art. 6 comma3) e si compone di: a) una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le abilità teoriche-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico professionale; b) redazione di un elaborato originale (tesi) e sua dissertazione. Cfr. D.M. 19 febbraio 2009, art.7. La tesi tratterà una tematica congrua con uno dei settori scientifico-disciplinari di base, caratterizzanti, affini o integrativi, o, comunque, coerente con gli obiettivi formativi della laurea. A determinare il voto di laurea, espresso in centodecimi, contribuiscono i seguenti parametri: a) la media aritmetica dei voti conseguiti negli esami curriculari fino ad un massimo di 100 punti (Corsi Integrati, Tirocinio, Lingua Inglese); b) la valutazione della prova pratica con relazione scritta fino ad un massimo di 10 punti; c) i punti attribuiti dalla Commissione di Laurea in sede di discussione della tesi fino ad un massimo di 10 punti.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Laboratorio di dietetica,  Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Edificio 1, AOU Federico II
    • Laboratorio di informatica Centro di Biotecnologie
    • Aula Informatica ad accesso libero, Edificio 20, AOU Federico II
    • Biblioteca del Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Edificio 1, AOU Federico II
    • Biblioteca di Area Medicina e Chirurgia, Edificio 20, AOU Federico II
      http://www.unina.it/-/769362-biblioteca-di-area-medicina-e-chirurgia