Biologia Generale e Applicata

  • Classe di Laurea: L-13 Scienze biologiche
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Scienze MM.FF.NN.
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Biologia
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.ssa Barbara MAJELLO
  • Sito Web: www.dipartimentodibiologia.unina.it/corsi-di-laurea/laurea-in-biologia-generale-e-applicata/
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze MM.FF.NN.
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede di Monte S. Angelo: Via Cintia, 26 - Ed. Centri Comuni - Complesso Universitario Monte S.Angelo - Napoli
      • Telefono: 081-676744
      • Fax: 081-676710
    • Sede di Mezzocannone: Via Mezzocannone, 16 - 80134 Napoli
      • Telefono: 081-2534691
      • Fax: 081-2534688
    • e-mail: scienze.mfn.orienta@unina.it
    • Referente: prof.ssa Lucia Civetta
  • Rappresentanti degli Studenti:
    • Marcella FIORENTINO
    • Anna NAPOLETANO
    • Maria VITTORIA
    • Isabella TOVECCI
    • Nadia AGRILLO
    • Miriam GRANATA
    • Cristiano CORRADO
  • Obiettivi specifici:

    La laurea in Biologia Generale e Applicata ha come obiettivi formativi specifici la preparazione di laureati che devono:

    • possedere una adeguata conoscenza applicativa nei settori molecolare, cellulare e metabolico;
    • saper applicare il metodo scientifico agli ambiti molecolare, cellulare e della fisiologia della nutrizione;
    • saper effettuare valutazioni della composizione corporea e dei bisogni nutritivi nell'uomo;
    • acquisire conoscenze metodologiche nell'ambito delle tecnologie del DNA ricombinante;
    • saper tipizzare a livello molecolare individui, varietà e specie animali e vegetali;
    • essere adeguatamente formati per il proseguimento degli studi nei CLM e, senza debiti formativi, nel CLM in Biologia (LM-6 Classe delle lauree magistrali in BIOLOGIA ).

    La preparazione ottempera inoltre, a quanto prescritto dal D.P.R. n° 328 del 05/06/2001 pubblicato sulla G.U. n° 190 del 17/08/2001, in particolare all'art. 31 che comprende le attività professionali del Biologo in possesso di Laurea triennale (sez. B dell'albo professionale dei Biologi).

    Il laureato in Biologia Generale e Applicata dovrà possedere la capacità di svolgere compiti tecnico-operativi ed attività professionali autonome e di supporto nei limiti indicati dalla legge istitutiva dell'ordinamento della professione di biologo che gli consentano di esercitare le funzioni di:
    assistente per le analisi citologiche, microbiologiche, metaboliche, nutrizionali, biochimiche, genetiche e della biodiversità; assistente per i laboratori, di riproduzione e fecondazione assistita; esperto nella tipizzazione, anche mediante l'uso di marcatori molecolari, di individui e specie animali, vegetali e microbiche per scopi alimentari, legali, sanitari, farmaceutici ed ambientali; assistente negli enti di ricerca scientifica pubblica e privata e di servizio negli ambiti biomolecolare e cellulare; assistente nella creazione e gestione di banche dati in campo biologico; assistente in laboratori di biotecnologie; assistente in industrie biomediche e biotecnologiche; assistente nella valutazione dell'impatto biotico sulla conservazione dei beni culturali; assistente nelle strutture deputate alla definizione dei fabbisogni nutrizionali di individui e popolazioni; informatore medico farmaceutico; operatore nel campo della formazione e della divulgazione scientifica.

    Il Corso di studio potrà essere articolato in curricula funzionali a specifiche esigenze formative, che, nell'ambito degli obiettivi formativi comuni enunciati, permettano una preparazione differenziata in relazione a differenti ambiti professionali e che soddisfino i requisiti minimi e le competenze richieste per l'accesso senza debiti formativi al CLM in Biologia (LM-6 Classe delle lauree magistrali in BIOLOGIA).

    Il percorso didattico prevede oltre alle conoscenze specificate negli obiettivi formativi qualificanti anche l'acquisizione delle seguenti conoscenze:

    • principali tematiche relative alla tecniche biomolecolari avanzate;
    • principali tematiche relative alla fisiologia della nutrizione umana;
    • competenze metodologiche nel campo della biochimica, della bioinformatica e della ingegneria genetica;
    • competenze metodologiche per la tipizzazione molecolare di individui, varietà e specie animali e vegetali;
    • specifiche abilità tecniche in settori quali le tecniche di colture cellulari e di microscopia; le tecniche di riproduzione assistita e quelle di valutazione dello stato nutrizionale e le tecniche di clonaggio ed espressione di proteine ricombinanti.

    A completamento del corso di studi viene proposto un periodo di tirocinio formativo per l'acquisizione di una competenza specifica nell'uso di una tecnica sperimentale. Gli obiettivi formativi specifici del Corso sono riportati nella guida dello studente sul sito web del CdS.

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di studio in Biologia Generale e Applicata mira a fornire una approfondita conoscenza teorica nell'ambito delle discipline biomolecolari, nel settore cellulare e dello sviluppo e nel settore metabolico e della fisiologia della nutrizione. Il corso di studi fornisce anche competenze metodologiche nell'ambito delle tecnologie del DNA ricombinante, della tipizzazione a livello molecolare di individui, varietà e specie animali e vegetali, delle tecniche biomolecolari avanzate, delle tecniche di colture cellulari e di microscopia, di riproduzione assistita, di clonaggio, espressione e caratterizzazione di proteine ricombinanti, della valutazione della composizione corporea e dei bisogni nutritivi nell'uomo.
    Il corso di studi in Biologia Generale e Applicata si articola in due curricula: Biologia Molecolare e Cellulare e Biologia della nutrizione. I corsi sono ripartiti in due semestri: il primo nel periodo compreso fra i mesi di Settembre e Dicembre e il secondo fra Marzo e Giugno. Prevede 18 insegnamenti fondamentali, insegnamenti a scelta dello studente per un totale di 12 CFU, tirocinio e attività di tesi dedicata alla conoscenza di metodiche sperimentali e all'elaborazione dei dati. La Laurea triennale si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella discussione di un elaborato preparato sulla base dell'attività di tesi.
    Le professionalità dei laureati in Biologia Generale e Applicata sono definite in base sia ad una preparazione che punti su aspetti metodologici e conoscenze di base che privilegi l'accesso a successivi percorsi di studio, sia ad una preparazione meglio definita in base a specifici ambiti applicativi con percorsi curriculari differenziati ed una elevata interazione con il mondo del lavoro attraverso tirocini.
    La Laurea Triennale in Biologia Generale e Applicata da diritto all'ammissione alla Laurea Magistrale in Biologia e all'esame di Stato per l'iscrizione nella Sezione Junior dell'Albo Professionale dei Biologi.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Le conoscenze richieste per il corso di laurea in Biologia Generale e Applicata comprendono i principi basilari delle Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, ed in particolare:

    • 1) conoscenze di base di biologia comprendenti l'organizzazione generale di una cellula Procariota ed Eucariota: la struttura e la funzione degli acidi nucleici; i concetti generali di autotrofismo ed eterotrofismo, aerobiosi ed anaerobiosi, fotosintesi; i concetti generali di classificazione di organismi animali e vegetali; i concetti generali di evoluzione delle specie.
    • 2) conoscenze di base di matematica, comprendenti i fondamenti del calcolo algebrico ed aritmetico, della trigonometria, della geometria analitica, delle funzioni elementari e dei logaritmi;
    • 3) conoscenze di base di fisica classica, con riferimento ai fondamenti della meccanica, dell'ottica e dell'elettromagnetismo;
    • 4) conoscenze di base di chimica, con riferimento ai fondamenti della struttura e proprietà della materia e dei suoi stati di aggregazione, ed alle proprietà periodiche degli elementi;
    • 5) conoscenze basilari ed utilizzo dei principali programmi informatici di larga diffusione;
    • 6) conoscenze elementari della lingua inglese relativamente ai principi della traduzione e comprensione di testi scritti semplici.

    Inoltre sono richieste le seguenti capacità:

    • la capacità di interpretare il significato di un testo e di sintetizzarlo o di rielaborarlo in forma scritta ed orale;
    • la capacità di risolvere un problema attraverso la corretta individuazione dei dati ed il loro utilizzo nella forma più efficace;
    • la capacità di utilizzare le strutture logiche elementari (ad esempio, il significato di implicazione, equivalenza, negazione di una frase, ecc.) in un discorso scritto e orale;
    • la capacità di valutare criticamente un dato o un'osservazione e di utilizzarli opportunamente nel loro contesto (es. saper cogliere una evidente incongruenza in una misura scientifica).

    Al fine di verificare il possesso delle Conoscenze richieste per l'accesso gli immatricolandi dovranno sostenere un test di valutazione selettivo, preparato su base nazionale dal CISIA, il cui esito sarà vincolante ai fini dell'iscrizione al CdS a numero programmato. Tale prova sarà finalizzata a fornire indicazioni generali sulle attitudini dello studente a intraprendere gli studi prescelti e sullo stato delle conoscenze di base richieste.
    Le conoscenze richieste sono riportate nella guida dello studente sul sito web del CdS.

  • Orientamento in ingresso:

    L'attività di orientamento del Corso di Studio - articolata secondo tre azioni principali: orientamento in ingresso, orientamento in itinere ed accompagnamento al lavoro (placement) - è condotta in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base.

    L'attività di orientamento in ingresso si rivolge agli studenti provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado del bacino di riferimento primario dal Corso di Studio. Essa punta a fornire informazioni sul quadro dell'offerta formativa delle diverse aree culturali attraverso la presentazione dei profili culturali e degli sbocchi professionali associati ai diversi corsi di Studio, l'organizzazione didattica, i requisiti culturali ed attitudinali (contenuti del test di ingresso, modalità di estinzione degli eventuali obblighi formativi aggiuntivi, OFA). L'attività di orientamento si sviluppa attraverso tre modalità complementari: a) incontri con la platea studentesca attraverso la partecipazione ad iniziative di orientamento coordinate a livello di Scuola o di Ateneo, b) incontri con classi o gruppi selezionati sia presso le strutture della Scuola che presso gli Istituti scolastici, a seguito di interazioni puntuali con le dirigenze scolastiche, c) divulgazione e disseminazione delle informazioni attraverso specifiche sezioni del portale web della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base (www.scuolapsb.unina.it).
    Le attività di orientamento in ingresso sono state strutturate attraverso una organizzazione molto razionale ed efficiente basata su:

    • costituzione di un "panel" di docenti orientatori designati dai Dipartimenti afferenti alla Scuola che hanno operato in stretta cooperazione tra di loro e con la Scuola per la predisposizione di materiale informativo e per l'organizzazione complessiva delle iniziative di orientamento;
    • definizione di un calendario strutturato di seminari informativi dell'offerta didattica, articolata per gruppi disciplinari (Architettura, Ingegneria, Scienze MFN), sulla base di intese stabilite in forma coordinata con istituti scolastici superiori della Regione Campania;
    • organizzazione di una manifestazione "Porte Aperte" della durata di una settimana nel mese di febbraio 2016, finalizzata alla presentazione dell'offerta formativa ed alla accoglienza a studenti delle scuole superiori per visite guidate e seminari interattivi nei laboratori dipartimentali.
    • partecipazione a manifestazioni di divulgazione scientifica (Futuro Remoto, cicli seminariali) con la finalità di promuovere la conoscenza e stimolare l'interesse nei settori di pertinenza della Scuola e dei suoi Dipartimenti.

    Le attività di orientamento sono state associate ad opportune azioni di "feedback" per il monitoraggio dell'efficacia delle azioni intraprese e l'individuazione di azioni correttive.
    Il CdS in Biologia Generale e Applicata ha contribuito in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base allo sviluppo della iniziativa "Federico II nella Scuola" promossa congiuntamente dall'Ateneo e dalla Direzione Scolastica della Regione Campania con la finalità di rafforzare e rendere sistematiche le interazioni tra i Corsi di studio dell'Ateneo e gli Istituti Scolastici Superiori. In questo ambito sono state promosse alcune giornate di studio sui temi dell'orientamento agli studi universitari con la partecipazione di Dirigenti Scolastici e Referenti all'Orientamento di numerosi Istituti Scolastici Superiori della Regione. Inoltre sono stati attivati gruppi di coordinamento bilaterali Università-Scuola per intraprendere azioni rivolte ad un più efficace orientamento ed avviamento agli studi universitari.
    La Commissione di Coordinamento didattico (CCD) del CdS ha anche designato una Commissione Orientamento (verbale n.1 del 23/10/13 e verbale n.3 del 09/07/15), costituita attualmente dai Proff. Baccigalupi, Contursi, Piscopo e Turano, che coordina le attività di orientamento e collabora a varie iniziative organizzate a livello centrale o locale.
    Le attività di orientamento si articolano in diverse fasi:

    • 1) Presentazioni dei percorsi formativi con interventi dei docenti Orientatori presso gli Istituti Secondari Superiori. Gli Istituti interessati possono richiedere lo svolgimento di seminari informativi alla Scuola Politecnica e della Scienze di Base al seguente indirizzo e-mail: presidente.spsb@unina.it. Il docente orientatore offre una panoramica della struttura del CdS e dei possibili sbocchi occupazionali, illustrando anche i pre-requisiti e le modalità di accesso. E' lasciato grande spazio agli interventi degli studenti, che così possono chiarire eventuali dubbi e poter fare una scelta più consapevole. Tale attività di orientamento è stata svolta in alcuni Istituti per un totale di circa un centinaia di studenti. Il docente orientatore del CdS che ha partecipato a tale iniziativa di orientamento è stata la prof.ssa Piscopo presso l'Istituto Elio Vittorini di Napoli in data 29/01/16 e presso l'Istituto Emilio Segrè di Marano in data 26/04/16.
    • 2) Giornate di Orientamento presso il Dipartimento di Biologia. Il Dipartimento di Biologia in occasione della manifestazione Porte Aperte 2016 (22-23 febbraio 2016) promossa dalla Scuola Politecnica e delle Scienze di Base ha ospitato diversi gruppi di circa 30 studenti per un totale di 350 studenti provenienti da diversi Istituti Secondari Superiori di Napoli. In tali occasioni, agli studenti ospiti:
      • a) è stato illustrato il percorso formativo dei CdS afferenti al Dipartimento;
      • b) sono state fornite informazioni sul test di ammissione;
      • c) si sono svolte attività laboratoriali pratiche presso i laboratori didattici del Dipartimento. Hanno svolto tale attività, i componenti della Commissione Orientamento del CdS. L'esperienza degli studenti degli Istituti Secondari Superiori nei laboratori universitari è di particolare rilievo, in quanto sono introdotti all'approccio sperimentale, stimolando l'interesse dello studente verso la materia.
    • 3) Presentazione del CDS nell'ambito del Salone dello Studente Campano. Il prof. Mimmo Turano in qualità di membro della Commissione Orientamento del CdS ha presenziato a tutti i momenti in cui è articolato il Salone dello Studente Campano svoltosi nei giorni 1-2 ottobre 2015 nel plesso Universitario di Monte S. Angelo. In particolare, ha incontrato circa un centinaio di studenti delle scuole superiori interessati al CdS in Biologia Generale e Applicata, cui ha fornito una presentazione generale del CdS ed ha distribuito dei piccoli fascicoli contenenti la descrizione del percorso formativo ed altre utili informazioni, cercando, quindi, di fornire loro tutti gli elementi per una scelta consapevole. Ha contribuito all'organizzazione dell'evento il Centro di Ateneo per l'Orientamento, la formazione e la teledidattica SOF-Tel.
    • 4) Sponsorizzazione da parte della CCD del CdS "dell'Unistem day 2016", una giornata di divulgazione scientifica nell'ambito delle cellule staminali diretta agli studenti delle scuole superiori, svoltosi l'11 marzo 2016 nell'aula Ciliberto del plesso Universitario di Monte S. Angelo. Tale evento ha visto la partecipazione di molte centinaia di studenti del III, IV e V anno delle scuole superiori. Ha partecipato all'organizzazione dell'evento la prof.ssa Marianna Crispino del Dipartimento di Biologia.

    Infine, l'Area didattica di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base offre un servizio di orientamento durante l'intero anno accademico.

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento della Laurea in Biologia Generale e Applicata consiste di una esposizione dinanzi alla Commissione dell'esame di laurea dei risultati conseguiti durante le attività svolte in un laboratorio di ricerca, sia nell'interno delle strutture universitarie, sia presso centri di ricerca, aziende o enti esterni, ovvero delle attività di tirocinio svolte in strutture pubbliche e private, ovvero delle attività di ricerca bibliografica. Gli studenti che abbiano acquisito almeno 140 CFU devono effettuare domanda di assegnazione delle attività, oggetto della prova finale, ad un'apposita Commissione nominata dal CCD (verbale n.1 del 23/10/13) costituita attualmente dai Proff. Frunzio, Picariello e Limauro. La Commissione procede all'attribuzione delle attività, designando anche un relatore, tra i docenti del corso, che dovrà seguire sotto la sua responsabilità il lavoro del laureando, con particolare riguardo alla stesura della relazione finale. La discussione della tesi avviene alla presenza di una commissione giudicatrice, costituita da almeno sette docenti. Al termine della discussione ogni membro della commissione esprime il proprio giudizio. Il voto finale attribuito allo studente si ottiene tenendo conto della carriera dello studente, della relazione finale presentata e dell'esposizione davanti alla commissione.
    La commissione giudicatrice per la prova finale esprime la votazione in centodecimi. All'unanimità la commissione può concedere la lode al candidato che consegue il massimo dei voti. Per quanto riguarda le attività di ricerca svolte nei laboratori del Dipartimento di Biologia, gli argomenti di ricerca trattati e la descrizione delle relative metodologie sperimentali sono presenti sul sito web.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Complesso Universitario Monte Sant'Angelo, via Cinthia, Napoli;
    • Biblioteca Centrale: Centri Comuni;
    • Laboratori didattici di Biologia e Aule Didattiche Multimediali: Dip Biologia strutturale e funzionale;
    • Laboratori didattici di Chimica: Dipartimento di Chimica e Chimica Organica e Biochimica;
    • Laboratorio didattico di Fisica: Dipartiimento di Scienze Fisiche.
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly