Chimica

  • Classe di Laurea: L-27 Scienze e tecnologie chimiche
  • Tipo di corso: Triennale
  • Area didattica: Scienze MM.FF.NN.
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Scienze Chimiche
  • Durata: 3 anni
  • Accesso al Corso: Numero programmato
  • Coordinatore: Prof.ssa Maria Rosaria Iesce
  • Sito Web: www.scienzechimiche.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze MM.FF.NN.
  • Sportello di Orientamento:

    RIFERIMENTI PER LE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO:
    http://www.scienzechimiche.unina.it/didattica/orientamento
    Referente del corso di studio: prof. Francesco ruffo
    Scuola Politecnica e delle Scienze di Base: orientamento.spsb@unina.it
    Collegio degli Studi di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali: scienzemfn@unina.it

  • Obiettivi specifici:

    La Laurea in Chimica mira alla preparazione di figure professionali dotate di solide conoscenze e competenze di base nei principali settori della chimica, e con una preparazione adeguata nelle discipline matematiche, fisiche ed informatiche così da permettere sia l'accesso ai gradi superiori di studio accademico che l'inserimento in ambiti occupazionali. Gli obiettivi formativi specifici del corso di studi sono pertanto relazionati agli aspetti sia teorici che sperimentali concernenti la determinazione strutturale, la sintesi, e l'analisi chimica, ognuno inquadrato nei vari contesti tematici e culturali che gli sono propri. Per il raggiungimento degli obiettivi specifici, il percorso formativo non prevede l'articolazione in curricula ma è costituito quasi esclusivamente da corsi fondamentali obbligatori, allo scopo di garantire una solida formazione di base comune a tutti gli studenti. In particolare, le conoscenze essenziali in campo matematico e fisico sono garantite da un ampio numero di CFU (30) dedicato a SSD dell'area matematica e fisica di natura teorica e sperimentale. Le conoscenze chimiche nei SSD di base e caratterizzanti comprendono i principi delle discipline chimiche fondamentali. In particolare il corso di studi prevede l'insegnamento: - delle basi della chimica inorganica, chimica organica, chimica fisica, chimica analitica, biochimica per almeno 50 CFU; -delle metodiche di sintesi, analisi e caratterizzazione, finalizzate alla definizione della relazione proprietà-struttura, e delle tecniche e strumentazioni per la determinazione della struttura, delle proprietà chimico-fisiche e della composizione qualitativa o quantitativa della materia, con una intensa attività di laboratorio distribuita su circa 40 CFU. Integrano il percorso formativo corsi di discipline affini relativi a SSD dell'area matematica e fisica ad orientamento modellistico-applicativo (11 CFU) e della chimica industriale (6 CFU). Un numero significativo di crediti è dedicato alla lingua inglese per l'acquisizione di adeguate capacità di utilizzo della lingua, in forma scritta ed orale, al fine di una facile comprensione delle informazioni, anche con riferimento al lessico disciplinare, e una buona abilità comunicativa. L'acquisizione delle conoscenze e delle abilità degli studenti viene verificata oltre che attraverso le prove d'esame anche attraverso il monitoraggio continuo della capacità a risolvere esercitazioni numeriche in aula e dell'abilità a svolgere le attività di laboratorio. Ampio spazio è dato alla prova finale ed attività relazionate (minimo 15 CFU, Eurobachelor label) alla luce delle specifiche indicazioni della Commissione dell'European Chemistry Thematic Network. Lo studente affronta, anche se in un tempo limitato, un problema e si occupa di come risolverlo, impara a scrivere un "lavoro" scientifico (la tesi), a presentarlo e discutere con gli altri dei risultati ottenuti (esame di laurea).

  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di Laurea in Chimica (classe L-27), di durata triennale, è a numero programmato (max 150 iscritti). Obiettivo formativo della Laurea in Chimica è la formazione di laureati con adeguate competenze nei diversi settori della chimica per quanto attiene agli aspetti sia teorici che sperimentali utili per l'inserimento in attività lavorative che richiedono padronanza del metodo scientifico. Le competenze acquisite permettono, inoltre, al laureato di interagire con le professionalità culturalmente contigue e continuare gli studi nei corsi di laurea magistrale. Il percorso formativo del corso di studio è costituito quasi esclusivamente da corsi fondamentali comuni a tutti gli studenti. Nel primo anno di corso ed in parte nel secondo prevalgono gli insegnamenti di base (matematica e fisica), e quelli fondamentali di chimica, propedeutici ai corsi avanzati delle varie discipline chimiche (analitica, organica, inorganica e chimica fisica). Al terzo anno sono introdotti anche elementi di chimica industriale e di biochimica. E' offerta, inoltre, una ampia lista di corsi opzionali a carattere disciplinare e interdisciplinare. Ampio spazio è dato alle attività di laboratorio al fine di fornire agli studenti le necessarie conoscenze e abilità pratiche, dando loro una professionalità spendibile immediatamente nel mercato del lavoro. Esperienze professionalizzanti in laboratorio vengono rafforzate durante il periodo di tirocinio, che può essere svolto all'interno o all'esterno del dipartimento. Un numero significativo di crediti è dedicato alla lingua inglese, fondamentale per la comunicazione in ambiente scientifico, e ad abilità informatiche necessarie al trattamento dei dati sperimentali. Il corso di Laurea in Chimica è conforme allo standard europeo definito dall'European Chemistry Thematic Network (ECTN) e i laureati ricevono l'accreditamento "Chemistry Eurobachelor". I crediti maturati sono pertanto spendibili negli Atenei inseriti nel circuito ECTN garantendo la massima mobilità nello spazio universitario europeo. Il corso afferisce al Dipartimento di Scienze Chimiche che vanta un'intensa e prestigiosa attività di ricerca e questo conferisce agli studenti un'attitudine a confrontarsi con un contesto internazionale. Per lo svolgimento delle esercitazioni didattiche e della tesi di laurea sperimentale, si può inoltre contare su laboratori moderni, sicuri e ben attrezzati.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per l'ammissione al Corso di Laurea in Chimica è richiesto il possesso di Diploma di Scuola Secondaria di secondo grado o titolo equipollente ed il superamento del test selettivo correlato al numero programmato degli accessi. Le conoscenze richieste per il corso di laurea comprendono i principi basilari delle Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, ed in particolare: 1) conoscenze di base di matematica, comprendenti i fondamenti del calcolo algebrico ed aritmetico, della trigonometria, della geometria analitica, delle funzioni elementari e dei logaritmi; 2) conoscenze di base di fisica classica, con riferimento ai fondamenti della meccanica, dell'ottica e dell'elettromagnetismo; 3) conoscenze di base di chimica, con riferimento ai fondamenti della struttura e proprietà della materia e dei suoi stati di aggregazione, ed alle proprietà periodiche degli elementi. Inoltre sono richieste: - capacità di interpretare il significato di un testo e di sintetizzarlo o di rielaborarlo in forma scritta ed orale; - capacità di risolvere un problema attraverso la corretta individuazione dei dati ed il loro utilizzo nella forma più efficace; - capacità di utilizzare le strutture logiche elementari (ad esempio, il significato di implicazione, equivalenza, negazione di una frase, ecc.) in un discorso scritto e orale; - capacità di valutare criticamente un dato o un'osservazione e di utilizzarli opportunamente nel loro contesto (es. saper cogliere una evidente incongruenza in una misura scientifica). L'accesso al corso di studi è a numero programmato (150 posti per l'a.a. 2014-15) e richiede il superamento di un test di selezione obbligatorio in base al quale verrà stilata una graduatoria per l'ammissione. L'ammissione non è subordinata al raggiungimento di un punteggio minimo prestabilito, ma è vincolata al numero massimo dei posti disponibili, definito annualmente su proposta della Commissione Didattica e approvato dal Consiglio di Dipartimento

  • Orientamento in ingresso:

    L'attività di orientamento del Corso di Studio è articolata secondo tre azioni principali: orientamento in ingresso, orientamento in itinere ed accompagnamento al lavoro (placement). E' condotta in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, in presenza di un docente del Dipartimento di Scienze Chimiche responsabile della specifica attività di orientamento. Per quanto riguarda l'orientamento in ingresso, l'attività si rivolge agli studenti provenienti dalle Scuole Secondarie di secondo grado del bacino di riferimento primario dei vari Corsi di Studio. Essa punta a fornire informazioni sul quadro dell'offerta formativa attraverso la presentazione dei profili culturali e degli sbocchi professionali associati ai diversi Corsi di Studio, l'organizzazione didattica, i requisiti culturali ed attitudinali (contenuti del test di ingresso, modalità di estinzione degli eventuali obblighi formativi aggiuntivi, OFA). Si sviluppa attraverso tre modalità complementari: a) incontri con la platea studentesca attraverso la partecipazione ad iniziative di orientamento coordinate a livello di Scuola o di Ateneo; b) incontri con classi o gruppi selezionati sia presso le strutture della Scuola che presso gli Istituti scolastici, a seguito di interazioni puntuali con le dirigenze scolastiche; c) divulgazione e disseminazione delle informazioni attraverso specifiche sezioni del portale web della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base. In particolare, il Corso di Studio contribuisce in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base allo sviluppo delle seguenti iniziative: i) Federico II nella Scuola promossa congiuntamente dall'Ateneo e dalla Direzione Scolastica della Regione Campania con la finalità di promuovere nei potenziali immatricolandi un maggior livello di consapevolezza nella scelta degli studi universitari e di migliorare la qualità e l'efficienza della esperienza universitaria dello studente (http://www.univexpo.it/). Per l'a.a. 2018/2019, la manifestazione si è svolta nei giorni 11-12 ottobre 2018. ii) Porte Aperte alla Scuola Politecnica e della Scienza di Base in cui vengono aperte le porte delle Aule e dei Dipartimenti, illustrati i percorsi formativi di Laurea, i servizi agli studenti, le condizioni di ammissione ai Corsi. Inoltre a gruppi di studenti sarà offerta la possibilità di effettuare visite guidate in Laboratori Dipartimentali. L'iniziativa, aperta a tutti gli interessati, è particolarmente orientata agli studenti delle classi quarta e quinta degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore. Nell'anno 2019 la manifestazione si è svolta il 13 e 14 febbraio. Link: http://www.scuolapsb.unina.it/index.php/orientamento Oltre ad aderire alle iniziative della Scuola, l'orientamento in ingresso è svolto anche dai docenti del Dipartimento di Scienze Chimiche nell'ambito: i) delle attività del sotto-progetto inserito nel Piano Nazionale Lauree Scientifiche (PLS)-CHIMICA cui l'Ateneo Federico II aderisce fin dagli inizi (2005). L'attività di orientamento è rivolta agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori allo scopo di stimolare nei giovani un interesse nella chimica, attraverso un coinvolgimento più diretto con la materia. Ciò viene realizzato consentendo ogni anno a circa 300-350 studenti provenienti principalmente da licei (in media 25-30 per anno) di partecipare ad attività sperimentali presso i laboratori didattici del Dipartimento. Vengono inoltre organizzati seminari di orientamento nelle scuole di provenienza con una platea molto più ampia in cui sono fornite informazioni sul percorso di studi, sull'organizzazione del Corso di Studi, sugli sbocchi occupazionali, nonché sui requisiti attitudinali e culturali (contenuti del test per i corsi a numero programmato) necessari per l'ammissione al Corso di Studi. Link: http://www.plschimica.unina.it/wordpress/ I docenti del Dipartimento di Scienze Chimiche svolgono anche cicli di lezioni rivolte agli insegnanti degli Istituti Superiori di II Grado all'interno della Scuola Estiva PLS di Formazione Docenti, che nell'anno 2018 si è svolta a Napoli nel periodo 16-20 luglio. Lo scopo è di suggerire ai docenti azioni per una didattica più efficace in modo da accrescere l'interesse degli studenti verso la chimica. Link: http://www.scuolaestivapls.unina.it/ ii) nell'ambito dell'Alternanza Scuola-Lavoro prevista dal Ministero della Pubblica Istruzione. L'attività prevede: 1) lezioni frontali su argomenti specifici e lezioni di orientamento verso il Corso di Laurea in Chimica tenute da Docenti del Dipartimento presso le sedi scolastiche 2) attività sperimentali svolte presso vari Laboratori del Dipartimento, con esercitazioni create ad hoc, offrendo la possibilità allo studente liceale impegnato nell'attività ASL di sperimentare in prima persona cosa significhi lavorare nella ricerca o in un laboratorio di analisi chimiche. L'obiettivo è presentare la Chimica come opportunità lavorativa agli studenti liceali, ma anche promuovere l'immagine della Chimica stessa nella società moderna come strumento diversificato in attività che spaziano dalla salvaguardia dell'ambiente alla diagnostica in ambito forense passando per il controllo di qualità in ambito alimentare. Il Dipartimento di Scienze Chimiche è attualmente coinvolto in sette progetti di Alternanza Scuola-Lavoro con Istituti scolastici superiori della Campania. Link: http://www.scienzechimiche.unina.it/alternanza-scuola-lavoro Studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento possono usufruire dei molteplici servizi garantiti dal Centro di Ateneo SInAPSI, attivato ai sensi della legge 17/99 e legge 170/2010. Il Centro di Ateneo mette a disposizione per i futuri studenti numerosi servizi per supportarli nella scelta del percorso formativo e realizzare un progetto personalizzato sulla base delle loro esigenze. Link inserito: http://www.sinapsi.unina.it/chi_sei_futuro_studente

  • Prova finale:

    La Laurea in Chimica si consegue dopo aver superato tutti gli esami previsti dall'ordinamento unitamente ad una prova finale, consistente nella discussione di una relazione scritta, elaborata dal Candidato sotto la guida di un tutore, sui risultati conseguiti nell'attività di tesi. Le attività oggetto della prova finale riguardano attività di lavoro sperimentale, eventualmente comprendenti le attività di tirocinio, nonché tutte le attività di dati e informazioni bibliografiche attinenti il progetto di tesi, e possono essere svolte sia nell'ambito delle strutture universitarie sia presso strutture esterne, secondo modalità stabilite dalla Commissione Didattica e sotto la guida di un relatore universitario. La discussione è pubblica e avviene alla presenza di una Commissione di Laurea nominata dalle strutture didattiche. Il giudizio finale espresso dalla Commissione giudicatrice terrà conto della carriera dello studente e dell'esito della prova finale.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca Centrale: Complesso Monte S.Angelo, via Cinthia, Napoli
    • Biblioteche di Dipartimento - Aule Multimediali
    • Complesso Monte S.Angelo, Centri Comuni (piano 3)